Trovare un vero Omeopata

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Trovare un vero Omeopata

26-07-2011 - scritto da Fagone

Trovare un vero Omeopata

Registro Italiano dei Medici e Veterinari Omeopati Accreditati

Troppo spesso i pazienti si lamentano della difficoltà a districarsi tra le varie figure che praticano medicine non convenzionali, infatti, attualmente in Italia chiunque voglia può definirsi omeopata, spesso anche i non medici. La confusione nasce dal fatto che le medicine non convenzionali, sono spesso considerate solo degli interventi complementari alla terapia ufficiale, unica riconosciuta scientificamente valida. Questa idea spinge molti medici a considerare sufficiente una conoscenza approssimativa della MNC di cui si vogliono occupare, anzi, tendono a praticare diverse “Medicine Naturali” contestualmente per sfruttare quello che molti chiamano la possibilità di “integrazione tra i vari saperi terapeutici” e migliorare la qualità della vita dei pazienti, riducendo gli effetti tossici della medicina chimica. Dimenticano però di aggiungere che questo modo di affrontare la salute del paziente ha prima di tutto un effetto di casualità sul risultato finale tale da ridurre la probabilità di guarigione a quella del placebo, comunque, non permette di capire cosa abbia dato il miglioramento o il peggioramento fra tutte le medicine assunte. Secondariamente ha un costo elevato dal punto di vista economico, perché si usano molte medicine insieme e questo ingenera confusione nel paziente il quale spesso finisce per rinunciare alla terapia. È evidente che dietro simili atteggiamenti è possibile scorgere varie spiegazioni: la superficialità nella valutazione delle potenzialità delle MNC, la conseguente bassa preparazione dei prescrittori che sono solo tali e non terapeuti in grado di fare una diagnosi, una prognosi e una terapia cui seguano una capacità di seguire nel tempo il paziente, secondo la metodologia della scienza medica da cui hanno estrapolato la o le medicine prescritte. Altra possibile spiegazione è la necessità di studiare lungamente e scrupolosamente per fare bene l’Omeopata, l’Antroposofo, l’Agopuntore che applica pure i principi della Medicina Tradizionale Cinese etc., infine, forse, anche l’interesse economico, ovvero il cavalcare l’onda di una “moda” che può fare guadagnare chi la pratica, chi la produce e chi la vende, proprio su questo scoglio si infrangono alcune idee connaturate alla pratica, per esempio, della medicina omeopatica che cura in modo economico, perché punta sulla scelta di una medicina che agisca rapidamente, soavemente e duraturamente, come abbiamo potuto vedere anche all’ultimo Simposio organizzato a Roma dalla FIAMO, in cui i colleghi brasiliani ci hanno riportato la loro esperienza ricca di risultati positivi con il Sistema Sanitario Nazionale di quel paese.
Come fare allora a scegliere correttamente un medico omeopata? Semplice, sapendo che tipo di preparazione ha il medico a cui ci si rivolge, se ha una preparazione conforme agli standard dettati per esempio dalla Commissione Europea per l’Omeopatia, oppure conformi al Programma didattico nazionale per la formazione di base del medico esperto in omeopatia. Conoscendo, inoltre, se ha una pratica clinica minima certificata. Si obbietterà: “ma io non posso assumere un investigatore per scoprire se il nome che ho trovato sulle Pagine Gialle o che mi ha dato una mia amica sia di un vero Omeopata”. È vero, però si può consultare uno strumento essenziale: il Registro Italiano dei Medici e Veterinari Omeopati Accreditati (SIMO - Società Italiana di Medicina Omeopatica - Registro dei Medici omeopati Accreditati). Il Registro ha il vantaggio di essere trasparente nella sua costituzione, in quanto esplicita quale iter formativo viene certificato, quindi è un registro di contenuto e non un elenco di forma autoreferenziale, ovvero, se si è inseriti nel registro vuol dire che si è dimostrato un percorso formativo e seguito un periodo di pratica clinica minima essenziale. È vero che all’interno del registro rientrano medici di lunga e corposa esperienza e medici di recente formazione, ma anche questi ultimi hanno comunque un livello di formazione che garantisce al Paziente un livello accettabile di preparazione. Un poco come succede quando si sceglie uno specialista da cui andare per curarsi, come minimo è necessario che abbia fatto la scuola di specializzazione, che richiede qualche anno di studio e molte ore di pratica clinica vera con il paziente. Credo che tutti i Pazienti che si rivolgono ad un Medico Omeopata, vogliano essere certi che se hanno scelto un omeopata non li curi un Antroposofo o un Medico Omotossicologo, ciò naturalmente vale anche nel senso opposto. In attesa che il Parlamento ci dia una legislazione chiara e precisa, in cui si introduca un livello di formazione sovrapponibile a quello di una qualsiasi scuola di specializzazione, definendo cosa faccia il singolo Medico che esercita la sua specifica MNC, chi vuole trovare un vero omeopata deve consultare il Registro Italiano dei Medici e Veterinari Omeopati Accreditati, che trova al seguente indirizzo: SIMO - Società Italiana di Medicina Omeopatica - Registro dei Medici omeopati Accreditati
Categorie correlate:

Medicina alternativa, naturopatia




Dott. Giuseppe Fagone
Medico Chirurgo
Omeopatia

Via Guerrazzi 13 – 20145 – Milano
Tel-fax 0233107718
E-mail: giuseppe.fagone@medicina-omeopatica.it

Web-site: www.medicina-omeopatica.it



Articoli che potrebbero interessarti

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X