Un’infezione virale la vera causa della celiachia

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Un’infezione virale la vera causa della celiachia

17-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

La scoperta del Gaslini di Genova e dell’Università di Verona: alla base della celiachia ci sarebbe un'infezione virale

E in attesa di verifiche e sperimentazioni, due donne di successo invitano a vivere la malattia celiaca senza drammi

24/10/2006 - La notizia è di quelle che fanno clamore: a innescare la celiachia, l’intolleranza glutine di cui oggi, in Italia, soffre una persona su 100-150 (con un incremento annuo del 9%), sarebbe un’infezione virale. A darne notizia i ricercatori dell’Istituto pediatrico Gaslini di Genova e dell’Università di Verona.
"Una tesi senz’altro affascinante, già avanzata all’inizio degli anni’80 – ha commentato l’associazione italiana celiachia (aic) -. Ma ci vuole molta cautela: prima di parlare di una sorta di vaccinazione, è indispensabile verificare la validità dello studio e successivamente avviare una fase sperimentale, ad oggi non attuata".
Dovute le precisazioni, resta il fatto che questa importante scoperta italiana aggiunge un tassello alla conoscenza e alla possibilità di cura di una malattia che - ricordano gli esperti - non è genetica: i geni alterati non si trasmettono dal genitore al figlio. E’ una malattia a predisposizione genetica: alcune persone alla nascita hanno i geni che favoriscono la comparsa del disturbo, ma non è detto che si debbano ammalare per forza.
A spiegare i dettagli della ricerca, che verrà pubblicata proprio in questi giorni sulla prestigiosa rivista PloS Medicine, Antonio Puccetti del Laboratorio di Immunologia clinica e sperimentale del Gaslini: "la proteina vp7 del rotavirus, un microrganismo responsabile dell’enterite dei bambini, col quale il 90% degli italiani nella propria vita è entrato in contatto, può, nei soggetti geneticamente predisposti, scatenare la celiachia. Gli anticorpi anti-vp7 riconoscono sulle cellule dell’intestino, attaccano e, a quel punto, tra una cellula e l’altra si aprono canali. Il glutine contenuto in certi cereali passa attraverso questi spazi penetra la parete intestinale, scatenando un’infiammazione molto seria a carico dell’intestino".
Tuttavia, avvertono gli scienziati, tentare di immunizzarsi contro la celiachia vaccinandosi contro il rotavirus col farmaco già in commercio, potrebbe avere un effetto boomerang. I soggetti geneticamente predisposti producono infatti anticorpi diretti contro la proteina Vp7: per ottenere una soluzione efficace occorrerebbe un vaccino contro il rotavirus geneticamente manipolato, privo della componente proteica Vp7, che ancora non esiste.
In attesa di sviluppi della ricerca è bene ricordare che convivere con la celiachia si può. Come spiega l’attrice Claudia Koll, celiaca dalla nascita, <>. Giulia Bongiorno, l’ormai celebre avvocato difensore di Giulio Andreotti invita a vivere la malattia senza drammi: <>.


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Ecocuore: a cosa serve, quando si deve fare

Ecocuore: a cosa serve, quando si deve fare

28/09/2021. Il cuore rappresenta l’organo centrale del nostro apparato circolatorio. È posizionato all’interno della gabbia toracica, a sinistra, e assolve alla fondamentale funzione di inviare e ricevere il sangue tramite i vasi...

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X