Via le tossine! Intestino, pelle e alito al top

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Via le tossine! Intestino, pelle e alito al top

15-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

Un intestino pulito è la premessa di un sistema immunitario efficace, di una bella pelle, di un corpo snello e di un alito puro

Per spazzare via le tossine occorrono tante fibre: cosa sono e dove si trovano? Scopriamolo insieme

Via le tossine! Intestino, pelle e alito al top Seguire un bel programma disintossicante è il primo step per conquistare il benessere dell’organismo: non solo contribuisce a far sparire i rotolini di troppo camuffati per settimane sotto i maglioni pesanti, ma aiuta il nostro corpo ad espellere le tossine accumulate durante l’inverno. E, guarda caso, le tossine si annidano soprattutto nell’intestino
Come suggerisce il nome, le tossine sono sostanze potenzialmente pericolose, che penetrano attraverso il cibo che ingeriamo o l’aria che respiriamo, o che si formano al nostro interno come conseguenza del metabolismo, cioè ad esempio dei processi legati alla produzione e al consumo di energia. Queste sostanze sono tossiche se si accumulano, cioè se l’organismo non riesce a espellerle, oppure se trovano terreno fertile per moltiplicarsi, come ad esempio nel caso di stress, cattiva alimentazione, abbassamento delle difese immunitarie ecc.
Per cominciare a stare meglio si deve avere un occhio di riguardo per l’intestino: se lui è pulito, tutto l’organismo ne giova perché assorbe più facilmente le sostanze nutritive che ingeriamo. Ma se gli escrementi permangono troppo al suo interno, l’organismo inizia ad assorbire e ad assimilare anche le tossine e le sostanze in putrefazione. Pensiamo a quanti disturbi è correlato il cattivo funzionamento dell’intestino: diarrea, stitichezza, flatulenza e meteorismo, ma anche alito cattivo, emicrania, ipertensione, depressione, disturbi di concentrazione, cellulite, allergie e intolleranze alimentari, malattie cutanee e altro ancora!
La disintossicazione si ottiene adottando un’alimentazione ricca soprattutto di fibre, che aiutano a tenere pulito l’intestino e ne garantiscono la corretta mobilità. Le fibre si trovano in frutta, verdura, cereali, legumi e semi. L’ideale sarebbe introdurne 30-35 grammi al giorno. Per darvi un’idea delle quantità:
• la frutta fresca contiene da 0,7 gr. (melone) a 5,9 gr. (mela cotogna) di fibra ogni 100 gr. di parte commestibile
• la frutta secca da 5 gr. a 15 gr.
• i prodotti ortofrutticoli da 0,75 gr. (cetrioli) a 7,5 gr. (carciofi)
• i legumi da 10, 6 gr. (fagioli freschi) a 17 gr. (fagioli secchi)
• i cereali e derivati da 2,5 gr. fino a 22,5 gr. (crusca)
Naturalmente il nostro consiglio è quello di non fare incetta di fibra “tutto d’un colpo” ma di procedere con gradualità per abituare l’organismo al nuovo regime dietetico e permettere alla flora batterica di adattarsi e stabilizzarsi. Possiamo cominciare, ad esempio, aggiungendo 1-2 cucchiai di fagioli, piselli o legumi ai primi piatti 1-2 volte la settimana, aumentando lentamente fino a 3-4 cucchiai nell’arco di un mese.

A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X