VITREO IPERPLASTICO PRIMITIVO

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

VITREO IPERPLASTICO PRIMITIVO

21-10-2011 - scritto da siravoduilio

VITREO IPERPLASTICO PRIMITIVO

Si tratta di una malattia oculare congenita rara caratterizzata dalla mancata regressione del vitreo primario e della vascolarizzazione vitreale normalmente presente solo nel feto.


Il canale ialoideo (o canale di Cloquet o hyaloid canal) è un canale che percorre il corpo vitreo dell'occhio, dalla papilla ottica (punto in cui le fibre nervose convergono per formare il nervo ottico) fino alla fossa ialoidea (parte posteriore del cristallino).
Nel periodo fetale conteneva l'arteria ialoidea che portava nutrimento al cristallino, e tranne in alcuni casi dove può rimanere e creare problemi, è assente in età adulta.
Persistenza del Vitreo Primario Iperplastico
Si tratta di una malattia oculare congenita rara caratterizzata dalla mancata regressione del vitreo primario e della vascolarizzazione vitreale normalmente presente solo nel feto. Può essere distinto in forma anteriore, posteriore e completa a seconda delle strutture oculari coinvolte. La forma anteriore corrisponde a tessuto fibrovascolare adeso al cristallino e ai processi ciliari. Quella posteriore consiste in un cordone fibrovascolare vitreale che emerge dal nervo ottico e decorre anteriormente. Nella forma completa i due quadri si associano.
Molto frequentemente a questa patologia si associa ilDISTACCO DI RETINA, la CATARATTA ed il GLAUCOMA.
Il trattamento di questa patologia è molto complesso e richiede una vitrectomia associata al trattamento delle eventuali opacità del cristallino e del distacco retinico.


La persistenza del vitreo primitivo iperplastico rappresenta una rara affezione congenita suscettibile di un approccio chirurgico abinterno. Si distingue in anteriore e posteriore. La prima caratterizzata da una membrana vascolare retrolentale; la seconda dalla presenza di una plica falciforme che è una piega retinica che si estende dalla papilla all’ora serrata.
Bisogna in ogni modo intervenire ed in maniera MIRABILE,anche se spesso i risultati non sono sempre quelli desiderati.
La persistenza del vitreo iperplastico primitivo è la causa più comune di cataratta monolaterale nel neonato e nella prima infanzia.


Nella crescita prenatale, il segmento posteriore dell'occhio è infarcito di rami dell'arteria ialoide proveniente dal nervo ottico (vitreo primario). Successivamente, questi vasi sanguigni scompaiono, per essere sostituiti dal vitreo secondario che a sua volta origina il vitreo trasparente e avascolare tipico di ogni persona vivente. Se alcuni vasi sanguigni permangono tipicamente l'arteria ialoide che porta dal disco ottico alla superficie posteriore del cristallino permane anche il vitreo primario. L'occhio con vitreo iperplastico primitivo persistente è di solito più piccolo del controlaterale normale.
 



Un caro saluto
Prof.Duilio Siravo
siravo@supereva.it
http://drsiravoduilio.beepworld.it
Cell.:3385710585
PROF.DOTT. DUILIO SIRAVO
http://drsiravoduilio.beepworld.it



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X