ForumSalute

Colesterolo in eccesso: gli alimenti consigliati e quelli vietati

Colesterolo in eccesso: gli alimenti consigliati e quelli vietati

27-01-2015 - scritto da Maria Stefania Paternoster

Tra le cause principali per la presenza di colesterolo in eccesso nel sangue rientra la scorretta alimentazione. Ecco i cibi permessi e quelli da limitare.

Cos'è il colesterolo e come tenerlo sotto controllo a tavola.

Colesterolo in eccesso: gli alimenti consigliati e quelli vietati

Il colesterolo è un tipo di grasso presente nel sangue, prodotto in gran parte dal fegato e la parte restante è introdotta mediante gli alimenti.

Il colesterolo contribuisce ad alcune funzioni vitali per la nostra sopravvivenza come ad esempio:

  • la formazione della bile nel processo di digestione
  • la formazione degli ormoni sessuali come il testosterone e gli estrogeni
  • la produzione di vitamina D, utile per la salute delle ossa

Tuttavia il colesterolo, se è presente in eccesso, contribuisce ad aumentare il rischio di insorgenza di patologie cardiovascolari. La comunità scientifica stabilisce che i valori ottimali di colesterolo totale previsti sono quelli che non superano i 200 mg/dl e sono tollerabili fino a valori di 240 mg/dl.

Il colesterolo si presenta nel sangue sottoforma di colesterolo LDL, detto comunemente colesterolo “cattivo” per l’alta capacità di depositarsi nelle arterie e colesterolo HDL o colesterolo “buono”, che agisce come spazzino  impedendone l’accumulo. L’equilibrio di questi valori viene principalmente compromesso dalla scorretta alimentazione e dallo stile di vita sregolato.

 

ALIMENTI PERMESSI

  • Legumi: si consiglia di mangiare i legumi da 2 a 4 volte la settimana
  • Verdura: se ne suggeriscono almeno 2 porzioni al giorno
  • Cereali: prediligere cereali integrali come riso, orzo, avena e farro nelle minestre o insalate, utili per l’alto contenuto di fibre a ridurre l’assorbimento dei grassi
  • Pesce: consumare soprattutto il pesce azzurro, almeno 2 volte alla settimana e limitare crostacei e molluschi. Attenzione alla cottura: ok alla griglia, al cartoccio, al vapore ed evitare il più possibile le fritture
  • Frutta secca: soprattutto le noci per il loro contenuto di grassi omega 3, molto importanti per la prevenzione
  • Frutta fresca: ottimi mele, pere, banane, ribes e mirtillo
  • Condimenti: prediligere olii di origine vegetale (preferibilmente a crudo) come olio extravergine di oliva e olio di semi (semi di lino, di soia o di mais) per la presenza di grassi polinsaturi in grado di abbassare il colesterolo nel sangue

 

ALIMENTI DA LIMITARE O EVITARE

  • Insaccati, formaggi stagionati, uova: contengono quantità piuttosto elevate di grassi che influenzano negativamente il tasso di colesterolo. Attenzione anche al tipo di latte e latticini: è indicato il latte scremato o parzialmente scremato. Lo yogurt è migliore quello a bassa percentuale di grassi e fra i formaggi quelli meno grassi, come la ricotta o i latticini
  • Cereali raffinati, bevande gassate e cibo da fast-food: per la presenza di additivi, se assunti in grandi quantità sono nocivi per la salute
  • Grassi animali: quali burro, lardo, strutto, panna e grassi idrogenati coma la margarina
  • Oli vegetali saturi: palma, cocco e colza
  • Bevande alcoliche
  • Caffè: meglio scegliere la qualità arabica, più pregiata e meno ricca in caffeina, senza superare le 3 tazzine giornaliere

 

Si raccomanda inoltre di associare alla corretta alimentazione alcuni consigli riguardo lo stile di vita:

  • Praticare attività fisica che aumenta il colesterolo "buono" a discapito di quello "cattivo". Evitare il più possibile l’automobile, l’uso di ascensore e prediligere passeggiate a passo sostenuto. Se si pratica sport, la scelta ideale è uno sport aerobico come nuoto, ginnastica aerobica, ballo ecc.
  • Evitare di fumare poiché il fumo fa abbassare i livelli di colesterolo "buono" (oltre a danneggiare le arterie)
  • Eliminare i chili di troppo e controllare soprattutto la circonferenza del girovita in eccesso, arrivando a valori inferiori a 88 cm per le donne e a 102 cm per gli uomini.



Dr.ssa Maria Stefania Paternoster

Biologo Nutrizionista

Riceve a Gravina in Puglia

Profilo del medico - Maria Stefania Paternoster

Nome:
Maria Stefania Paternoster
Comune:
Gravina in Puglia
Occupazione:
Biologo Nutrizionista
Contatti/Profili social:
sito web


Articoli che potrebbero interessarti

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits

CHIUDI
POTREBBERO INTERESSARTI
CISTITE: LE REGOLE PER UN SESSO SICURO

Bruciore intimo, irritazione e stimolo frequente a fare pipì possono mettere in pericolo l'intimità e la sessualità di coppia. Ritrova il piacere e la passione... così!
Ecco i rimedi.
VUOI DIMAGRIRE? ECCO IL SEGRETO

A tavola è difficile resistere alle tentazioni. Scegliendo i cibi giusti, però, perdere peso è più facile. Ecco gli alimenti meno ricchi di calorie ma che ti fanno un gran bene!
Scopri il menu.

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X