ForumSalute - Forum

ForumSalute - Forum (http://www.forumsalute.it/community/)
-   Chirurgia colonproctologica (http://www.forumsalute.it/community/forum_66_chirurgia_colonproctologica_1.html)
-   -   Guarire dalla ragade senza operazione è possibile (http://www.forumsalute.it/community/forum_66_chirurgia_colonproctologica/thrd_149847_guarire_dalla_ragade_senza_operazione_e_possibile_0.html)

infinita 28-01-2012 06:24 AM

Riferimento: Guarire dalla ragade senza operazione è possibile
 
A volte può essere utile cambiare medico. A me nell'ambulatorio del primo ospedale continuavano a dare solo Antrolyn e Rectogesic - il mio medico di base ci aveva aggiunto pure la Connettivina, ma senza risultati - e continuavo ad avere dolori atroci. Che sono passati (PER ORA, perché purtroppo, appunto, non abbiamo garanzie di non recidivare) solo dopo i dilatatori (che in verità mi erano stati consigliati con il passaparola fra pazienti) e una cura più complessa e composita prescritta da un'altra dottoressa di un altro ospedale (con due diverse supposte, ben tre pomate diverse, un integratore alimentare e un gel da usare localmente).
Sto tirando avanti...

enzo 71 28-01-2012 19:03 PM

Riferimento: Guarire dalla ragade senza operazione è possibile
 
Si ognuno ha la sua cura diversa per ognuno di noi.La mia più grande paura è la recidiva!
Ciao

infinita 29-01-2012 08:36 AM

Riferimento: Guarire dalla ragade senza operazione è possibile
 
Vero, Enzo: una spada di Damocle. Quello che un po' mi conforta, però, nel mio aver potuto evitare - per ora - l'intervento è che sono abbastanza convinta che la stessa paura di recidive l'avrei (avuta) anche dopo l'operazione.

02-02-2012 19:20 PM

Ragadi alimentazione e sport
 
Innanzitutto ciao a tutti!
Dopo mesi di lettura "anonima" ho deciso di iscrivermi a questo forum, al quale sono approdata in seguito a lunghe ricerche circa emorroidi e ragadi su internet!

A priscindere dalle mie vicissitudine mediche, con le quali non voglio annoiarvi, voglio solo premettere che il mio problema, a quanto pare, è riconducibile a quella che è stata diagnosticata come una ragade commissura posteriore. Inoltre la Dottoressa che mi ha visitato ha riscontrato un ipertono sfinteriale che ha però commentato come non preoccupante.

Nonostante le tante letture su internet e le visite effettuate, mi rimangono un pò di dubbi sparsi, di varia natura, che magari qui troveranno risposta.

Innanzitutto, oltre alla cura medica che sto seguendo, Antrolin e lavaggi tiepidi con sapone di marsiglia, so che anche l'alimentazione riveste un ruolo fondamentale per aiutare il processo di guarigione e, con un pò di fortuna, evitare possibili recidive.

Ho però alcuni dubbi su alcuni alimenti di cui non ho trovato notizie certe su internet:

- salsa di soia, che utilizzo per condire insalate e verdure;
- marmellate;
- funghi (ovviamente non fritti);
- sughi (inteso come sugo di semplice pomodoro o pomodoro e carne);
- uova

sapete se sono alimenti che è meglio evitare o non danno problemi riguardo le ragadi?

Curiosità: ma, una volta che la ragade è guarita (quindi passato un periodo senza dolori né sangue), è essenziale il protrarsi della dieta senza nessun cedimento, o è possibile permettersi (senza esagerare) un alcolico, un dolce, o un piatto più elaborato?

Altro argomento di dubbio è lo sport. Non sono una grandissima sportiva, ma ogni tanto corro o vado in piscina, questo genere di attività fisica può continuare ad essere praticata o è meglio evitare sforzi eccessivi?

In effetti, quando il dolore acuto "post evacuazione" si presenta, ho notato che l'unico modo per attenuare il bruciore per me è camminare. Stare ferma (seduta, in piedi o sdraiata) fa poca differenza, mentre muovermi lenisce fino a far sparire il dolore (che poi torna non appena mi fermo per più di due/tre minuti).

Grazie per qualsiasi informazione o commento!

Rainbow 11-03-2012 14:44 PM

Riferimento: Guarire dalla ragade senza operazione è possibile
 
Ciao a tutti,

sto tentando anch'io di guarire una ragade anale da mesi...inizialmente ho provato solo con atrolin e qualche cicatrizzante...dopo qualche settimana di scomparsa sintomi e presunta guarigione, la ragade si riapriva e ricominciava il tutto. Così mi decisi a provare il dilatan. Inizialmente il dilatan mi faceva un male incredibile, perchè l'ipertono era forte e non riuscivo a tenerlo inserito più di 2 minuti. Lentamente il dolore diminuiva giorno per giorno e dopo un mese non avevo più sintomi.

Ora ho appena avuto una mini-recidiva, in quanto qualche giorno ho fatto feci dure che hanno irritato nuovamente la ragade, con una lievissima perdita di sangue...ma non sono preoccupato perchè comunque non ho alcun bruciore e dolore nonostante questo piccolo inconveniente. Quindi continuo con il dilatan (che sto abbinando al cicatrizzante Citrizan) sperando di portare la ragade a guarigione definitiva.
La dieta è fondamentale chiaramente...inizialmente la mia era molto rigida, mangiavo solo fibre, verdura, frutta, pasta e pane integrale. Ora sto mangiando praticamente tutto, l'unica cosa che evito è il fritto e i dolci (cosa che dovremmo evitare in generale perchè comunque fanno male alla salute). Inizialmente prendevo psyllogel, ma non mi faceva effetto, anzi, mi creava feci dure...non so perchè...so solo che da quando ho smesso con psyllogel evacuo più facilmente...al posto di psyllogel mi aiuto con crusca, kiwi o prugne, e integratori di fermenti lattici.
Secondo me, cibi come salsa di soia, marmellate, funghi, uova, sughi si possono mangiare tranquillamente, l'importante è abbinare ai pasti molta verdura, frutta, fibre...
Credo che lo sport aiuti perchè fa circolare il sangue quindi aiuta la cicatrizzazione, anzi, io quando faccio sport ogni tanto sento quel tipico prurito nella zona della ragade, segno di cicatrizzazione..

Comunque, secondo me, la cosa fondamentale è evitare stitichezza, feci dure e troppo grosse...perchè altrimenti la ragade si riapre e tutto ricomincia. Ne ho avuto prova proprio in questa piccola recidiva che ho avuto...ho fatto circa un mese di evacuazioni normali, morbide e di dimensioni medie...poi qualche giorno fa ho evacuato con un po' di fatica e quindi la ragade si è irritata, non credo si sia riaperta del tutto, perchè comunque non ho nessun sintomo, tranne un leggerissimo fastidio in fase di defecazione. Quindi non mollo, continuo con dilatan cercando di portare a guarigione definitva la ragade. La terapia con dilatan è di due mesi, ma io credo che farò anche due mesi e mezzo/tre...giusto per evitare le recidive...
Ho letto su un forum di un ottimo cicatrizzante, si chiama Turnover Recto. Credo che lo comprerò quando avrò finito il Citrizan.

Ciao a tutti!


Adesso sono le 19:28 PM.

Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2