ForumSalute - Forum
  #1 (permalink)  
Vecchio 17-04-2012, 20:03 PM
L'avatar di lui770
 
lui770
 
Nel forum da: Apr 2012
Messaggi: 1

Intervento STARR


Ciao a tutti,
ho 35 anni, oggi sono andato in ospedale a Magenta e mi hanno diagnosticato un prolasso mucoemorroidario di 3°-4° grado, quindi mi hanno detto che devo operarmi.
Giacchè sono ancora parecchio indeciso sulla possibilità di operarmi o meno, vorrei sapere a cosa vado incontro se non mi opero.
Vi ringrazio anticipatamente per la vostra risposta.
Rispondi Con Citazione
Ti può interessare anche...

  #2 (permalink)  
Vecchio 19-04-2012, 09:48 AM
L'avatar di infinita
ForumSalute - Senior
 
Località: Prov. RM
infinita
 
Nel forum da: Apr 2006
Messaggi: 166
Predefinito Riferimento: Intervento STARR

Ci sono un sacco di discussioni già aperte al riguardo. Ti consiglio di armarti di santa pazienza e spulciartele tutte: credo che avrai un quadro abbastanza complessivo della situazione. Buona fortuna...
Rispondi Con Citazione
  #3 (permalink)  
Vecchio 19-04-2012, 15:55 PM
L'avatar di dottdoriano
Chirurgo Coloproctologo
Pelviperineologo
 
Località: Campania: Napoli ,Pozzuoli(NA)
dottdoriano
 
Nel forum da: Oct 2006
Messaggi: 1.809
Predefinito Riferimento: Intervento STARR

Caro Lui770
La malattia emorroidaria è una malattia evolutiva, nel tuo caso si è arrivati al "capolinea".
La necessità di un intervento chirurgico, nei pazienti affetti da prolasso emorroidario, è strettamente legata alla sintomatologia che indipendentemente dal grado(I-II-III-IV)accompagna tale prolasso(congestione ,dolore, prurito, trombosi, sanguinamento, anemia, ostruita defecazione etc.)ed a quanto questa sintomatologia soggettivamente interferisce con qualità della vita.
Di emorroidi ,possiamo dire, non è morto nessuno, ma per tale patologia si soffre...... e si sono perse battaglie: "Napoleone a Waterloo. Sembra proprio che nel mezzo della battaglia Napoleone fosse in preda ad una drammatica crisi emorroidaria, come confermato molti anni dopo dal fratello Jerome.
Fu realmente questa la causa della sconfitta? Certamente ragioni più profonde e complesse contribuirono, tuttavia è innegabile che una tale sofferenza non giovò certo all’ Imperatore e alle sue capacità di comando.
Se la battaglia si fosse svolta ai nostri giorni, probabilmente Napoleone sarebbe stato prima trattato adeguatamente, con terapia probabilmente chirurgica, considerato lo stato avanzato della malattia e la sintomatologia importante associata ai sintomi, o forse si sarebbe corretta la stipsi con indicazioni dietetiche e farmacologiche in modo da non esacerbare la sintomatologia emorroidaria.
Napoleone forse avrebbe comunque perso ma certamente con meno sofferenza, almeno fisica."
Scusa la divagazione, ma spero sia servita a rendere il concetto.
__________________
Dott. Giuseppe D'Oriano. Telf.3356604112-3475469106. E-mail doriano1955@libero.it
Docente Scuola Speciale ACOI di Coloproctologia. Chirurgo Coloproctologo A.S.L.NA1 PO. S.M.d.P.Incurabili.Napoli

Ultima modifica di dottdoriano; 19-04-2012 alle 15:57 PM
Rispondi Con Citazione
Rispondi

Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato



Adesso sono le 21:30 PM.


UPVALUE SRL - MILANO
Forum di discussione su argomenti di Salute, Medicina e Benessere

Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2