ForumSalute - Forum
  #1 (permalink)  
Vecchio 29-08-2005, 21:37 PM
L'avatar di rosy77
Junior Member
 
rosy77
 
Nel forum da: Aug 2005
Messaggi: 5

Gravi problemi intestinali


SALVE SONO UNA RAGAZZA DI 28 ANNI CHE DA CIRCA 3 VIVE UN GRAVE DRAMMA INTESTINALE INSPIEGABILE...
DOPO DIVERSI ACCERTAMENTI E DIVERSE CURE NESSUNO QUI A NAPOLI E' RIUSCITO A DIAGNOSTICARE NULLA. GRADIREI GENTILMENTE CONOSCERE INDIRIZZI DI OSPEDALI SPECIALISTICI DOVE TROVARE ECCELLENTI GASTROENTEROLOGI IN ITALIA PER RICOVERO GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE.
[V]
Rispondi Con Citazione
Ti può interessare anche...

  #2 (permalink)  
Vecchio 29-08-2005, 21:50 PM
L'avatar di Ortottista
Forum Salute - Expert
 
Località: Campania
Ortottista
 
Nel forum da: Jul 2005
Messaggi: 2.346
Predefinito Riferimento: Gravi problemi intestinali

Ciao rosy benvenuta tra noi!! Mi dispiace per te e ti capisco perche ho avuto problemi intestinali e non capivano cos'era poi alla fine ho scoperto di essere celiaca (intollerante al glutine). A te sono stati fatti gli esami per la celiachia? Di solito li fanno quando sono presenti disturbi intestinali!! Per gli ospedali hai provato il Policlinico universitario Federico 2 di Napoli? In bocca al lupo per la tua salute!
Rispondi Con Citazione
  #3 (permalink)  
Vecchio 30-08-2005, 15:43 PM
L'avatar di stefania76
Forum Salute - Fan
 
Località: Lombardia
stefania76
 
Nel forum da: Mar 2005
Messaggi: 12.486
Predefinito Riferimento: Gravi problemi intestinali

MA ROSY CHE TIPO DI PROBLEMI HAI ?
Rispondi Con Citazione
  #4 (permalink)  
Vecchio 30-08-2005, 21:21 PM
L'avatar di rosy77
Junior Member
 
rosy77
 
Nel forum da: Aug 2005
Messaggi: 5
Predefinito Riferimento: Gravi problemi intestinali

Carissimi come faccio a raccontarvi quasi tre anni di sintomi diversi????

Questo è infatti il motivo delle mie ricerche perchè non riesco a venirne fuori e, non solo io ma anche i medici che mi hanno seguita...spero un giorno di informarvi circa la mia diagnosi ecco perchè oggi sono qui a chiedere indirizzi utili per affidarmi a dei medici competenti...
In breve:
ogni giorno per me l'incubo di uscire di casa per inconvenienti inattesi ed insostenibili...quindi vita sociale quasi zero, ma ormai piu' per paura che per imbarazzo di dover scappare 2/3 volte durante una cena tra amici...
Una cosa è certa soffro di agorafobia ma sfido chiunque a non soffrirne nel mio stato....
Posso mangiare nulla e dover correre in bagno, mangiare di tutto e stare bene...diversi medici parlano di Sindrome del colon irritabile, ma sinceramente dubito e molto...
Cosa aggiungere sono una giovane donna e spero con una vita discretamente lunga da dover vivere, mi auguro solo non in questo stato...
Grazie a tutti per la disponibilità
Mariarosaria
Rispondi Con Citazione
  #5 (permalink)  
Vecchio 30-08-2005, 21:46 PM
L'avatar di Ortottista
Forum Salute - Expert
 
Località: Campania
Ortottista
 
Nel forum da: Jul 2005
Messaggi: 2.346
Predefinito Riferimento: Gravi problemi intestinali

Ciao Mariarosaria se vuoi parlarne puoi mandarmi un emil in privato non mi annoii affatto. Non capisco perchè i medici non hanno fatto una diagnosi. Se parli di colon irritabbile, con una dieta appropriata, fermenti lattici (a volontà) e in fase acuta antibiotici e antispastici avresti dovuto risolvere. Hai fatto esami (invasivi purtroppo e pure troppo) tipo colonscopia e gastroscopia? Risultati? Potrebbe trattarsi di celiachia (seguendo la dieta senza glutine si sta bene) oppure del morbo di Crhon (che se curato bene non crea ulteriori problemi). Scusa se mi sono permessa di scriverti ma anch'io ho passato 3 anni senza diagnosi e adesso sto bene. Io sono stata diagnosticata proprio al policlinico di Napoli Federico 2 durante l'estate scorsa (trascorro le vacanze dai nonni in Campania) e non mi sembra così male. Fammi sapere e tieni duro!!
Rispondi Con Citazione
  #6 (permalink)  
Vecchio 31-08-2005, 20:06 PM
L'avatar di rosy77
Junior Member
 
rosy77
 
Nel forum da: Aug 2005
Messaggi: 5
Predefinito Riferimento: Gravi problemi intestinali

Grazie per la disponibilità che mi mostri, ma prima di dirti nel dettaglio cosa ho fatto, volevo chiederti ma tu quando mangiavi pane, pasta, dolci... che cosa ti accadeva rispetto a quando non ne mangiavi?
Ho già fatto 2 gastroscopie e risulta un'ernia iatale da scivolamento, ma posso assicurarti che è nulla di preoccupante.

Ho anche fatto un esame endoscopico e sembra sia risultato una presenza di eosinofili nel colon.
Il mio medico dice di non avere preoccupazioni e che codesti eosinofili possono prodursi quando si mangia qualcosa che me li possa far scaturire... Ma cosa???

Mi ha consigliato di iniziare un diario alimentare ma ti assicuro che non riscontro nessun alimento in particolare che mi scateni quanto detto in precedenza.

Quanto da te indicato per fortuna non mi sono state diagnosticate.
Sembrerei non soffrire di nulla... [V]

Mi puoi dire se prima di questi 3 anni tu stavi bene?
Ma ci si diventa celiaci?
Hai fatto prove allergiche alimentari?
Che risultato hai avuto?
Mi puoi dare qualche nome di medico che ti ha seguita a Napoli?

Grazie mille e a presto...
Rispondi Con Citazione
  #7 (permalink)  
Vecchio 31-08-2005, 20:44 PM
L'avatar di Ortottista
Forum Salute - Expert
 
Località: Campania
Ortottista
 
Nel forum da: Jul 2005
Messaggi: 2.346
Predefinito Riferimento: Gravi problemi intestinali

Figuarati, magari qualcuno avesse illuminato anche me qualche anno fà!!! Io prima di questi tre anni sono stata sempre bene e mangiavo pane e pasta a volontà senza alcun problema. Raramente avevo qualche mal di pancia ma il mio medico disse che si trattava di colite niente di più. Ho iniziato a stare male alla fine del 2002 con stanchezza e disturbi digestivi. A marzo 2003 sono stata ricoverata d'urgenza per una grave anemia (grazie quello che mangiavo non veniva assimilato), avevo l'emoglobina a 4 e dopo 3 trasfusioni di sangue i valori tornarono nella norma. Mi fecero varie ecografie addominali dalle quali risultò solo eccessivo meteorismo e flauttenza. Poi la TAC addominale con contrasto rivelò uno stomaco più grande del normale. Mi dimisero con la diagnosi di anemia da carenza di ferro ma tutti gli ematologi che ho girato non trovavano una spiegazione all'anemia. Da dopo le trasfusioni ho iniziato a digerire malissimo, arrivavo a cena senza aver digerito il pranzo,arrivai (luglio 2004) al punto che dopo mangiato mi bruciava pancia e stomaco. [|)][V] Siccome studio biotecnologie e mastico un pò di medicina chiesi io al mio medico di farmi fare gli esami del sangue per la celiachia che sono:
ANTICORPI TRANSGLUTAMINASI
ANTICORPI ANTIENDOMISIO
IgA
IgE
le puoi richidere al tuo medico e le puoi fare al policlinico nuovo (per intenderci) all'edicficio 4 (medicina di laboratorio) senza prenotazione tutti i giorni dalle 7.30 in poi a digiuno. Io sono risultata positiva a tutti e 4 i test e non ho fatto la gastroscopia perchè stavo già a dieta senza glutine da 3 mesi e gia dopo un mese le lesioni intestinali guariscono. Per quanto riguarda gli EOSINOFILI ti dico che aumentano proprio in caso di allegia. Celiaci si nasce ma si può tollerare il glutine fino ad un certo punto della vita(io l'ho tollerato senza problemi fino ai 20!!oggi ne ho 21). C'è gente che lo scopre a 40!! Comunque all'inizio sembra che sei intollerante atutto.!
Se ne vuoi sapere di più pui visitare il sito www.celiachia.it oppure digitare la parola celiachia su un motore di ricerca. La celiachia ha svariati sitomiche per questo rendono la diagnosi estremamente difficile. I sintomi più ecclatantti sono: quelli TIPICIiarrea, Vomito,Distensione addominale,Perdita di peso,Pallore, Anoressia,Magrezza,Edemi,Irritabilità,Astenia
SINTOMI ATIPICI:Anemia Ferrocarenziale,ipoplasia dello smalto dentario,Dermatite Erpetiforme,Stipsi,Dolori addominali ricorrenti,
Aftosi recidivanti,Ipertransaminasemia,Ritardo puberale,Bassa statura
(ma nce ne sono molti altri ancora).La dottoressa che si occupa di celiachia al policlinico si chiama CAROLINA CIACCI edificio sei 6(gastroenterologia). Scusa per la lunghezza dela risposta ma spero di esseri satat utile in qualche modo. Sono a tua dispoisizionie per altre domande. Fammi sapere. In bocca al lupo
Rispondi Con Citazione
  #8 (permalink)  
Vecchio 31-08-2005, 23:47 PM
L'avatar di Minnye76
Moderatore Preco
Non potrò mai dimenticarti piccola grande mamma Benny! :-(
 
Località: Napoli
Minnye76
 
Nel forum da: Aug 2004
Messaggi: 58.416


Predefinito Riferimento: Gravi problemi intestinali

Rosy, cioa sono Claudia.
Sono di Napoli, posso chiederti se sei stata al prima policlinico???
Però la sezione distaccata che si trova al secondo policlinico.
Lì c'è un gastroenterologo che è eccezionale.
Rispondi Con Citazione
  #9 (permalink)  
Vecchio 02-09-2005, 18:28 PM
L'avatar di rosy77
Junior Member
 
rosy77
 
Nel forum da: Aug 2005
Messaggi: 5
Predefinito Riferimento: Gravi problemi intestinali

Ciao Claudia e grazie per il tuo contributo,no non sono ancora approdata al Policlinico nuovo ma soltanto al Cardarelli e alla Maresca di Torre del Greco.
Sai indicarmi qualche nome io al momento ho Dott.ssa Carolina
Ciacci...indicatomi da Flavia.
Grazie
Rispondi Con Citazione
  #10 (permalink)  
Vecchio 07-09-2005, 08:19 AM
L'avatar di ClaudioDeLuca
Senior Member
 
Località: Lazio
ClaudioDeLuca
 
Nel forum da: Sep 2003
Messaggi: 725
Predefinito Riferimento: Gravi problemi intestinali

I sintomi a cui Lei allude, gentile Utente, rappresentano nella loro genericità una indicazione ad effettuare esami di laboratorio (anticorpi antiendomisio, antigliadina ecc.), ed eventualmente una endoscopia digestiva (colonscopia).
Ciò, evidentemente, al fine di escludere patologie autoimmuni quali il morbo celiaco (o anche semplicemente una condizione di celiachia), il morbo di Crohn o altre possibili condizioni.
E' chiaro, tuttavia, che la natura dei Suoi disturbi potrebbe anche risiedere in condizioni assai più benigne, ad es. nella cosiddetta sindrome del colon irritabile.
L'ipotesi psicosomatica andrebbe vagliata con attenzione e serietà.
Ma, Lei comprende, non ho alcun elemento per fondare solide ipotesi.
Si affidi dunque alle qualificate cure dei colleghi medici della Sua bella città.
Ad esempio, si rivolga al Policlinico Universitario.

Cordiali saluti.

CD
Rispondi Con Citazione
  #11 (permalink)  
Vecchio 09-09-2005, 21:04 PM
L'avatar di rosy77
Junior Member
 
rosy77
 
Nel forum da: Aug 2005
Messaggi: 5
Predefinito Riferimento: Gravi problemi intestinali

Grazie a Flavia e al Dott. De Luca.

Sfogliando il Forum mi sono ritrovata nella sezione Dietologia e Omotossicologia nel post che parla della SINDROME DEL COLON IRRITABILE e penso di aver trovato li tutte le mie risposte;
tutte le analisi di laboratorio da voi indicate hanno avuto esito negativo, ecco quindi che si è rafforzata la teoria dell'unico medico da me consultato.

Domando a lei Dottor De Luca:
Non resta che fare psicoterapia?

Lei sa bene che questa è una categoria di medici molto particolare...
e nel 90% dei casi sono prima loro ad aver bisogno di cure.

Cosa mi consiglia dunque?

Grazie per la sua preziosa collaborazione.
Mariarosaria
Rispondi Con Citazione
  #12 (permalink)  
Vecchio 10-09-2005, 19:21 PM
L'avatar di ClaudioDeLuca
Senior Member
 
Località: Lazio
ClaudioDeLuca
 
Nel forum da: Sep 2003
Messaggi: 725
Predefinito Riferimento: Gravi problemi intestinali

Dunque.
Facciamo un poco di ordine:
Esistono diverse figure professionali nel settore.
a) lo psichiatra
b) lo psicologo clinico
Entrambi devono aver frequentato corsi specifici ed avere titolo per esercitare la psicoterapia, dunque "confluiscono" in un'unico albo di psicoterapeuti.
Non tutti gli psichiatri, né tutti gli psicologi sono dunque anche psicoterapeuti!
Lo sono, solo coloro che ne hanno pieno titolo.
Lo psichiatra é un medico.
Pertanto, oltre alla psicoterapia possono (ove necessario e/o utile) avvalersi anche dell'uso degli psicofarmaci.
Lo psicologo non é un medico.
Dunque, non può prescivere psicofarmaci.
Esistono diversi orientamenti psicoterapeutici e differenti scuole:
sostanzialmente orientamenti di tipo psicodinamico ed orientamenti di tipo cognitivo-comportamentale.
L'approccio psicodinamico é più complesso, articolato e "profondo", per così dire.
Si differenzia sostanzialmente una scuola freudiana (molta importanza viene data alla vita affettiva-pulsionale-istintuale-emozionale del Soggetto) da una Scuola Junghiana (l'enfasi viene posta sull'autorealizzazione affettiva-spirituale), per così dire.
L'approccio cognitivo-comportamentale, viceversa, si pone come obiettivo la modificazione del modo di pensare, di reagire e di esperire i problemi, pur rimandendo ad un livello più superficiale di intervento.
Entrambi gli approcci sono validi, anche se differenti sono gli obiettivi e le tecniche.
Personalmente, trovo più convincente l'approccio psicodinamico di tipo freudiano.
In questo senso, la Società Psicoanalitica Italiana (SPI) ha organizzato centri di orientamento per le Persone che vogliono sottoporsi a trattamento psicoanalitico.
Consulti il sito, eventualmente!
Cordiali saluti.

CD
Rispondi Con Citazione
Rispondi

Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato



Adesso sono le 03:12 AM.


UPVALUE SRL - MILANO
Forum di discussione su argomenti di Salute, Medicina e Benessere

Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2