ForumSalute

Diabete: i cibi consentiti e quelli da evitare

Diabete: i cibi consentiti e quelli da evitare

18-12-2015 - scritto da Vanessa Pittiglio

Controllare la propria alimentazione è un requisito fondamentale per chi soffre di diabete.

Gli alimenti sì e no in caso di diabete.

Diabete: i cibi consentiti e quelli da evitare

Mangiare è uno dei più grandi piaceri della vita. Mangiare bene è uno dei maggiori benefici per la nostra salute, soprattutto per chi soffre di patologie legate all’alimentazione, come il soggetto diabetico.

Il diabete è una patologia cronica che nel nostro paese interessa circa 3 milioni di persone. Insorge quando il pancreas non produce abbastanza insulina o quando il corpo non può utilizzare efficacemente l'insulina che produce. Questo porta ad un aumento della concentrazione di glucosio nel sangue nota come iperglicemia.

Esistono diversi tipi di diabete, ma i più conosciuti sono:

  • il diabete di tipo 1, noto come diabete insulino-dipendente o giovanile, caratterizzato da una mancanza di produzione di insulina
  • il diabete di tipo 2, non insulino-dipendente o diabete dell'adulto, causato da un uso inefficace del corpo di insulina e spesso secondario ad un eccesso di peso corporeo e inattività fisica
  • il diabete gestazionale, che insorge durante la gravidanza

Nonostante alcune accortezze, i diabetici non hanno esigenze nutrizionali particolari. L’obiettivo principale del soggetto diabetico è quello di gestire al meglio la patologia di base per ridurre il rischio di complicanze come: coronaropatie, nefropatia e retinopatia diabetica.

Il trattamento, dunque, si fonda su alcune strategie:

  • il controllo della glicemia e del peso del corpo, perdere peso può aiutare a mantenere i livelli di zucchero nel sangue nel range di normalità e in alcuni casi anche ridurre o eliminare la necessità di farmaci
  • la prevenzione e il trattamento dei fattori di rischio riscontrati

 

Quali sono, dunque, gli alimenti consigliati e quelli da evitare e perché?

 

Pane, cereali, e altri amidi

Nonostante la stretta relazione tra diabete e glicemia l’organismo necessita di carboidrati, ma bisogna sceglierli con saggezza facendo particolare attenzione all’indice glicemico (IG). Gli alimenti con un elevato IG producono un picco glicemico rapido e momentaneo. Al contrario, per quelli con un basso IG i livelli di glucosio nel sangue sono più lenti e prolungati nel tempo. Di conseguenza nella dieta del soggetto diabetico è importante favorire l’impiego di alimenti a basso IG per mantenere costante la quantità di energia proveniente dai carboidrati.

  • Alimenti si: farine integrali, cereali come l’orzo e l’avena, pane integrale, patate dolci e patate novelle, mais, riso parboliled e riso integrale
  • Alimenti no: farina bianca, cereali trasformati, come il riso bianco, pane bianco, patatine fritte e al forno

 

Carne e altre proteine

Fondamentali perché ricchi di aminoacidi essenziali, i mattoni del nostro organismo.

Un ruolo molto importante giocano gli acidi grassi polinsaturi della serie n-3 (omega-3) presenti soprattutto nel pesce, che possono ridurre la tendenza alla formazione di trombi.

  • Alimenti si: tagli di carne a basso contenuto di grassi sia di bovino che di maiale, al forno, alla griglia o in umido, petto di pollo o di tacchino, pesce al forno, alla griglia o al vapore, tofu leggermente saltato o al vapore, legumi secchi di ogni genere (fagioli, lenticchie rosse, ceci, fave, piselli), albume d’uovo, noccioline, noci e mandorle
  • Alimenti no: tagli di carne con più alto contenuto di grassi, pancetta, pesce fritto, sott’olio o sotto sale, insaccati, il tuorlo dell’uovo (ricco di colesterolo)

 

Verdure

Le fibre contenute in questi alimenti, in particolare quelle solubili, ritardano lo svuotamento gastrico e quindi rallentano l'ingresso del glucosio nel sangue attenuando i picchi glicemici post-prandiali. Inoltre aiutano a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo “cattivo” (LDL) e quindi il rischio di malattie cardiache.

  • Alimenti si: ortaggi freschi, consumati crudi, cotti al vapore o alla griglia, verdure surgelate o in scatola a basso contenuto di sale, ortaggi a radice come le carote, verdure a foglia larga come la lattuga, i cavoli, gli spinaci e la rucola
  • Alimenti no: conserve vegetali con aggiunta di olio e/o di sale, verdure fritte, crauti sottaceto, specialmente se si soffre di pressione alta

 

Frutta

I frutti sono ricchi di carboidrati, fibre, vitamine e minerali ad attività antiossidante che possono proteggere l’endotelio vascolare dall’aggressione da parte dei radicali liberi.

  • Alimenti si: frutta fresca e fresca, come mele, pere, arance e banane acerbe, marmellata o conserve senza zucchero o a basso contenuto di zucchero
  • Alimenti no: conserve di frutta  e macedonie con aggiunta di zucchero, bevande zuccherine alla frutta

 

Latticini

Questo gruppo comprende il latte e suoi derivati, ricchi di proteine e minerali, tra cui il calcio che risulta particolarmente utile nei soggetti anziani e nelle donne in menopausa.

  • Alimenti si: latte scremato o parzialmente scremato, yogurt magro, formaggi a basso contenuto di grassi come la ricotta di vacca e i fiocchi di latte
  • Alimenti no: latte intero, panna, formaggi ricchi di grassi come l’emmenthal, la fontina, gorgonzola, mascarpone, provolone e pecorino, yogurt intero, gelato

 

Grassi e oli

Mangiare troppo questi tipi di alimenti può portare ad aumento di peso, che rende più difficile mantenere il diabete sotto controllo.

  • Alimenti si: olio extravergine d’oliva, olio di girasole, olio di mais
  • Alimenti no: lardo, oli e grassi vegetali idrogenati come la margarina, burro, maionese, strutto

 

Bevande

Una corretta idratazione risulta essere particolarmente importante per il soggetto diabetico, dato che la presenza di elevati livelli di glicemia (oltre che alcuni farmaci) possono favorire la perdita di liquidi attraverso le urine.

  • Alimenti si: acqua, birra leggera, piccole quantità di vino o di bevande non fruttate, thè senza zucchero, tisane, caffè senza zucchero
  • Alimenti no: bibite zuccherate, birra, cocktail fruttati, vini da dessert, liquori, thè e caffè zuccherati, bevande al cioccolato aromatizzato, bevande energetiche

 

Potrebbero interessarti anche:

Le differenze tra diabete mellito di tipo 1 e di tipo 2

I 10 cibi che tengono alla larga il diabete




Profilo del medico - Vanessa Pittiglio

Nome:
Vanessa Pittiglio
Occupazione:
Dottoressa in infermieristica e biotecnologie
Contatti/Profili social:


Articoli che potrebbero interessarti

Diabete: 10 frutti con poco zucchero e tanto gusto

Diabete: 10 frutti con poco zucchero e tanto gusto

I diabetici, ma anche chi in generale ha il problema della glicemia alta o soffre di sindrome metabolica, deve “tagliare” l’introito di zuccheri nella propria dieta. Purtroppo, oltre ai dessert, ai gelati e agli altri...

17/07/2017 - scritto da Paola P.

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits

CHIUDI
POTREBBERO INTERESSARTI
CISTITE: LE REGOLE PER UN SESSO SICURO

Bruciore intimo, irritazione e stimolo frequente a fare pipì possono mettere in pericolo l'intimità e la sessualità di coppia. Ritrova il piacere e la passione... così!
Ecco i rimedi.
DIMAGRIRE CON I PROBIOTICI

Lo dice la scienza: una flora batterica intestinale sana sarebbe alla base dell'equilibrio del peso corporeo. Se vuoi tornare in forma, punta sulla dieta probiotica!
Leggi tutto.

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X