I falsi miti sulla cellulite e la verità

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

I falsi miti sulla cellulite e la verità

14-07-2020 - scritto da Paola Perria e Viviana Vischi

Con l'aiuto del medico estetico vediamo i falsi miti sulla cellulite, come eliminarla, di cosa si tratta esattamente e perché si forma.

La cellulite, spesso trattata come un semplice inestetismo, in realtà nasconde qualcosa di più che merita attenzione.

 

Ti sei mai chiesta quali siano i falsi miti sulla cellulite, come eliminarla e, prima ancora, cosa sia e perché si formi? Alla semplice osservazione sappiamo tutte come si presenta: strizzi la pelle, nei punti in cui sono visibili i pannicoli adiposi sottocutanei, e compaiono i buchetti, ragion per cui questo inestetismo (ma il termine è, come vedrai, improprio) è anche denominato pelle a materasso o a buccia d’arancia

 

I FALSI MITI SULLA CELLULITE E LA VERITA' 

Come eliminare la cellulite smascherando i falsi miti che la riguardano e, più in generale, come affrontare il problema? Andiamo a scoprire la verità con l'aiuto della Dr.ssa Marisa Raneri, specialista in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva e Medico estetico del Centro Medico Sempione di Milano.

 

Nell'intervista, la Dr.ssa Marisa Raneri smaschera gli 11 principali falsi miti sulla cellulite.

 

COME SI PRESENTA LA CELLULITE

La cellulite non è solo brutta a vedersi, spesso fa anche male, e non in tutte le donne è morbida al tatto. In alcuni casi la senti dura, fibrosa, e basta che ti sieda in un certo modo o che accavalli le gambe, per avvertire piccoli noduli coriacei che premono e dolgono sotto la pelle. Questa è la cellulite, che mortifica la linea appesantendo la forma del corpo soprattutto nelle zone più naturalmente curvilinee: fianchi, glutei, cosce e gambe. In alcuni casi, specialmente dopo la menopausa e nelle donne più in carne, i cuscinetti di pelle a materasso sono visibili anche in altri punti, tra cui le braccia e l’addome.

 

In generale, la cellulite:

  • Colpisce circa l’80% delle donne in almeno una fase della vita
  • E' un fenomeno tipicamente femminile per la tipica distribuzione del grasso corporeo e il ruolo determinante degli ormoni
  • Ci sono tanti, ottimi trattamenti anticellulite, ma nessuno risolverà il problema in modo totale e definitivo
  • Abbracciare uno stile di vita salutare ti aiuterà a prevenire o ridurre sensibilmente la tua predisposizione alla cellulite

 

COS'E' LA CELLULITE 

Non è certo “semplice” grasso.  Si tratta, piuttosto, dell’esito di un processo infiammatorio che vede coinvolte le fibre del tessuto connettivo che collegano la pelle con la muscolatura sottostante, e le cellule adipose che si trovano in mezzo tra questi due strati, un po’ come il companatico nel panino. A causa di un rallentamento del microcircolo sanguigno e linfatico, accade che dai vasi sanguigni che irrorano queste zone del corpo fuoriesce un pochino di siero (la parte liquida del sangue, ricca di aminoacidi e minerali) che, combinato con un ristagno di linfa, va ad addensarsi intorno alle cellule adipose (gli adipociti) premendo contro di loro e impendendo che si ossigenino correttamente. La conseguenza di questo fenomeno è l’infiammazione degli adipociti, che diventano ipertrofici (ovvero aumentano a dismisura di volume), fibrotici, e formano degli ammassi nodulari. 

 

PERCHE' LA CELLULITE COLPISCE SOPRATTUTTO LE DONNE

Una delle differenze tra uomini e donne riguarda anche lo strato di tessuto connettivo sottocutaneo e gli adipociti: nella donna questi sono strutturati in verticale, uno sopra l’altro, pertanto se e quando le cellule adipose, gonfiandosi e ispessendosi per le ragioni che abbiamo visto, sporgono verso la superficie cutanea, fanno assumere alla pelle il tipico aspetto a buccia d’arancia. Nell’uomo, invece, il tessuto connettivo e il tessuto adiposo hanno una struttura incrociata e non sovrapposta, il che rende molto più difficile la formazione dei noduli di cellulite. Inoltre, la distribuzione degli adipociti stessa è ben diversa: laddove nella donna si accumulano fisiologicamente tra pancia, fianchi, glutei e cosce, nell’uomo li troviamo prevalentemente nella parte alta dell’addome e attorno al girovita.

 

Altro fattore determinante è quello ormonale. Non è un caso se in molte giovanissime i primi accenni di cellulite si osservano già nella pubertà, poco dopo il menarca. La colpa è del progesterone, che aumenta nel sangue nella seconda parte del ciclo mensile e che, insieme agli estrogeni o in presenza di una specifica sensibilità alla loro azione, inibisce lo smaltimento dei liquidi corporei che quindi tendono a ristagnare nel tessuti creando le condizioni favorenti alla formazione della cellulite. Infatti il problema sembra accentuarsi nella fase premestruale, ove si assiste anche un aumento ponderale significativo (anche 2-3 chili in più sulla bilancia).

 

ALTRI FATTORI CHE PREDISPONGONO ALLA CELLULITE

Altri fattori che incidono sono la familiarità, il fumo, che influisce negativamente sulla microcircolazione e rende atrofici i tessuti, e la forma del corpo… Cosa vuol dire? Che le donne a pera, cioè con la tipica sinuosità mediterranea che comporta l’avere vita sottile e fianchi e cosce generosi, sono fisiologicamente più predisposte ad accumulare cellulite nelle zone critiche. Infine, fare vita sedentaria e prediligere cibi ad alto contenuto di grassi e zuccheri, oltreché di sodio peggiora la situazione.

 

LO STILE DI VITA ALLEATO CONTRO LA CELLULITE

Ora che hai capito come e perché la cellulite si forma, sai anche quali sono i rimedi e gli alleati e tuo favore per eliminarla o, meglio ancora, per prevenirne la comparsa o ridurre sensibilmente la severità:

  • Dieta salutare povera di sodio, di zuccheri e di grassi, e ricca di frutta e verdura
  • Acqua come se piovesse (almeno due litri al giorno)
  • Attività fisica regolare per migliorare la circolazione periferica e smuovere i liquidi intrappolati, oltreché accelerare il metabolismo e mantenere il peso forma
  • Niente fumo, poco alcol 
  • Trattamenti estetici mirati, da scegliere in base alla gravità del problema e alla tua fisicità, senza aspettarti miracoli

 


 

 

La Dr.ssa Marisa Raneri, specialista in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva e Medico estetico, riceve presso il Centro Medico Sempione di Milano. Per contattarla, clicca qui.



A cura di Paola Perria (Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere) e Viviana Vischi (Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico).
Profilo Linkedin di Paola Perria
Profilo Linkedin di Viviana Vischi

 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti proponiamo nei nostri articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X