Tallonite? Ecco le scarpe giuste per piedi in salute

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Tallonite? Ecco le scarpe giuste per piedi in salute

01-10-2021 - scritto da Paola Perria

Ad ogni piede la sua calzatura: scopriamo su quali scarpe puntare per alleviare tallonite e mal di piedi e camminare senza fatica e fastidio.

Stop a tallonite e mal di piedi con le scarpe giuste.

 

A tutti è capitato, almeno una volta nella vita, di accorgersi di avvertire un dolore al calcagno sordo o trafittivo. Nulla di cui allarmarsi generalmente, perché questo tipo di mal di piedi è molto più comune di quanto si pensi. Il tallone riceve infatti moltissime sollecitazioni, e pertanto è soggetto a microtraumi che possono sfociare in una tallonite, cioè un’infiammazione delle strutture fibrose interne dell’articolazione del piede.

 

Come riconoscerla? E su quali scarpe puntare per alleviare il mal di piedi e ritrovare il benessere?

 

Per scoprire tutto su questa condizione, siamo andati a cercare informazioni su un sito di veri esperti: infatti, a chiarirci le idee su tallonite, cause e rimedi ci pensa espertodelpiede.it, punto di riferimento per tutti coloro che vogliono riconoscere e trattare una particolare problematica e prendersi cura dei loro dei piedi.

 

Tallonite: riconosciamola con i consigli degli esperti

Come ci spiegano gli specialisti de l’Espertodelpiede.it, il dolore è il primo e il principale segnale di tallonite, e può insorgere a riposo, ma più frequentemente dopo uno sforzo anche minimo come una camminata. Esternamente non si vede nulla, perché la sorgente del dolore è profonda, interna al piede stesso. La caratteristica della tallonite è quella di essere circoscritta all’area del calcagno.

 

Tuttavia, abbiamo scoperto che ci sono due eccezioni da considerare:

 

  • Se il dolore si estende a tutta la pianta del piede, potrebbe trattarsi di fascite plantare
  • Se il dolore sale dal calcagno al polpaccio, interessando quindi anche la parte posteriore della gamba, la causa potrebbe essere un’infiammazione del tendine di Achille

 

Negli ultimi due casi, è consigliabile recarsi da un ortopedico per valutare il da farsi. Nel frattempo occorre stare a riposo, ed eventualmente applicare impacchi di ghiaccio sulla parte dolorante. Ma anche una tallonite “semplice” non va sottovalutata, perché anche se si attenua con qualche giorno di riposo e un po’ di ghiaccio, tende a ripresentarsi e a peggiorare se non vengono modificate le cause che ne sono all’origine.

 

Tallonite: quando a causarla sono le scarpe

La tallonite è spesso il prodotto di più cause e fattori di rischio, per questo è più facile che colpisca chi si trovi alle prese con:

 

  • Sovrappeso, gravidanza
  • Anomalie congenite o acquisite del piede (es. piede piatto)
  • Difetti posturali o deviazioni della colonna vertebrale
  • Neuropatie e vasculopatie periferiche anche di natura diabetica
  • Artrosi del piede
  • La pratica di un’attività sportiva intensa

 

Oltre a queste condizioni predisponenti, va aggiunto un altro fattore: il tipo di calzatura che si indossa. Esiste la tallonite da… scarpe? La riposta è affermativa, ed è una buona notizia: perché è l’unico fattore di rischio su cui possiamo intervenire subito e facilmente. Se, quindi, sei a rischio di tallonite perché l’hai già avuta o ti riconosci nei fattori di cui sopra, oppure avverti dolore al calcagno, puoi agire subito, cambiando scarpe.  

 

Le scarpe per prevenire o alleviare il mal di piedi da tallonite

Le prime calzature da mettere da parte sono tutte quelle che sottopongono ad eccessivo stress il tallone. E quindi semaforo rosso per:

 

  • Tutte le scarpe ultra flat come ballerine, tennis, espadrillas, sandali in cuoio, infradito del tutto prive di rialzo sul tallone. Questa tipologia di calzatura non sostiene il piede nel suo movimento, non ammortizza il contraccolpo dato dall’appoggio del peso del corpo sul calcagno durante la camminata, favorendo uno stress meccanico che alla lunga provoca microtraumi e infiammazione.
  • Le scarpe sportive senza adeguato sostegno sul tallone, e questo vale anche per le sneakers usate per camminare tutti i giorni, non solo per fare jogging o allenarsi in palestra.

 

E le calzature giuste? Non è tanto il modello che conta, quanto il comfort che può assicurare al piede nella sua interezza. Ideale dunque una scarpa che riduca al minimo la pressione sul tallone e faciliti la biomeccanica dell’appoggio e della spinta durante tutte le attività quotidiane. Per questa ragione si dovrà optare per scarpe con plantare ortopedico, con tacco comodo (3-5 cm) e suola rinforzata.

 

Un altro escamotage per alleviare il mal di piedi da tallonite, è quello di inserire nella scarpa un alzatacco o soletta, nella zona del tallone. Questo andrebbe fatto soprattutto quando si prevede di indossare le scarpe per molte ore di seguito. Stesso discorso, naturalmente, per le calzature sportive con cui ci si allena.

 

In conclusione, la salute dei nostri piedi è necessaria al benessere di tutto l’organismo, e questa passa anche dalle scarpe giuste!



A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X