Cos'è il sonno e perché dormiamo?

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Cos'è il sonno e perché dormiamo?

02-07-2019 - scritto da Paola Perria e Viviana Vischi

Nuove conoscenze stanno dando origine a sfide interpretative per cercare di decifrare questa parte della nostra vita, tanto rilevante quanto ancora misteriosa.

Il sonno, il suo ciclo e le sue funzioni: ce ne parla l’esperto.

 

Cos’è il sonno, come è fatto il suo ciclo e perché ogni giorno dedichiamo parte del nostro tempo a dormire? Prima di rispondere a queste domande, cerchiamo di capire perché è importante farlo. Con una premessa fondamentale: una deprivazione continuata di sonno porta alla morte.

 

PERCHE' E' IMPORTANTE DORMIRE?

Dormire – il giusto, e bene – è indispensabile per vivere una vita attiva, piacevole e proficua. In particolare, tanto meglio dormiamo, tanto più:

  • Manteniamo il peso forma. Merito della leptina, un ormone che inibisce l’appetito durante il sonno. Stare svegli, al contrario, induce la secrezione della grelina, che spinge a mangiare
  • Preserviamo la salute cardiovascolare. Durante il sonno la pressione cala e il cuore rallenta il battito, un riposo rigeneratore anche per il nostro muscolo più importante
  • Stimoliamo il sistema immunitario. Nella fase del sonno il corpo secerne le citochine, sostanze importantissime nel promuovere i meccanismi di difesa dagli agenti infettivi e dalle malattie
  • Ci sentiamo di buonumore. Diciamocela tutta: poche cose come il non dormire rendono musoni!
  • Miglioriamo le performance intellettive. Dormendo permettiamo ai ricordi di fissarsi nella memoria e di eliminare le informazioni inutili, nonché di rielaborare quanto vissuto nella giornata e allo stesso tempo riposare il cervello, che sarà più pronto una volta sveglio
  • Rinforziamo la vista. Strano? No, se pensiamo che il sonno rilassa anche i muscoli oculari
  • Manteniamo in salute la tiroide. Questa importante ghiandola endocrina soprattutto nelle donne può subire un’alterazione della propria funzionalità in alcuni momenti della vita, tra cui gravidanza e menopausa. Quando dormiamo, però, il corpo secerne l’ormone TSH che regola l’attività tiroidea. Ecco perché dormire poco può peggiorare o innescare disturbi a questa ghiandola, o essere spia di un qualche problema preesistente.

 

 

COSA SUCCEDE SE NON DORMIAMO ABBASTANZA?

Dormire un sonno scadente, nel tempo produce conseguenze deleterie, tra le quali:

  • Sonnolenza diurna con riduzione della vigilanza
  • Irritabilità e repentini sbalzi di umore
  • Alterazioni nel metabolismo con tendenza all’accumulo di grasso
  • Buchi di memoria e cali nel rendimento lavorativo o scolastico
  • Disturbi digestivi, tachicardia, pressione alta, herpes labiale, intestino pigro ecc.

 

 

COS'E' IL SONNO E COME FUNZIONA?

Buona parte della comunità scientifica concorda nel descrivere il sonno come una fase caratterizzata da “quiescenza comportamentale e ridotta responsività agli stimoli”. Tali caratteristiche non determinano tuttavia uno stato irreversibile: non a caso, tutte le mattine ci svegliamo. Non siamo certo gli unici esser viventi a dormire: quasi tutti gli animali infatti presentano delle fasi di sonno. Per quanto riguarda noi esseri umani, però, possiamo dire che spendiamo circa un terzo della giornata dormendo, in parte sognando, per un totale di circa 25 anni trascorsi a dormire.

 

Il sonno nei mammiferi è suddiviso in due fasi principali in continua oscillazione tra loro:

  • Il sonno REM, che costituisce circa il 25% del sonno totale
  • Il sonno NREM o SWS (Slow Wave Sleep)

 

E ora, parola all’esperto, Dr. Silvio Presta, Specialista in Psichiatria, che ci spiega più nel dettaglio cosa è il sonno e come è fatto il suo ciclo, con alcune curiosità incredibili riguardanti (anche) il mondo animale.

 

Nell'intervista, il Dr. Silvio Presta, Psichiatra presso gli Studi Medici Arcobaleno (Pistoia) ci spiega tutto sul sonno.

 

QUALI FATTORI REGOLANO IL SONNO?

Due principali sistemi sembrano regolare il sonno nel nostro organismo: un sistema omeostatico e uno circadiano. Il primo tende a mantenere costanti le ore di sonno giornaliere, facendoci sentire stanchi e dormire di più quando riposiamo poco per recuperare così le ore di sonno perdute. Il secondo invece si basa sull’alternanza delle fasi di buio e di luce durante la giornata, si ritiene non sia strettamente necessario per il verificarsi del sonno, ma tuttavia ne consente una fine regolazione.

 

A COSA SERVE IL SONNO?

Nessuna ipotesi scientifica finora formulata fornisce una spiegazione completa e soddisfacente del perché dormiamo. Oggi però alcune teorie riguardo le funzioni del sonno stanno iniziando a raccogliere alcune conferme sperimentali. In particolare, tre ipotesi riscuotono un certo  successo nel panorama scientifico. Ce ne parla ancora il Dr. Silvio Presta, Specialista in Psichiatria.

 

Nell'intervista, il Dr. Silvio Presta, Psichiatra presso gli Studi Medici Arcobaleno (Pistoia), ci spiega le principali teorie sul perché dormiamo.

Categorie correlate:

Psiche, psicologia




A cura di Paola Perria (Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere) e Viviana Vischi (Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico).
Profilo Linkedin di Paola Perria
Profilo Linkedin di Viviana Vischi

 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti proponiamo nei nostri articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X