Economy Class Syndrome

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Economy Class Syndrome

12-09-2011 - scritto da mario.forzanini

I viaggi in aereo e l'insufficienza venosa

Segni e sintomi di insufficienza venosa degli arti inferiori durante e dopo un lungo viaggio aereo

Chi ha esperienza di volo, sia come viaggiatore che come equipaggio, ha anche esperienza di segni e sintomi di insufficienza venosa degli arti inferiori che possono colpire durante e dopo un lungo viaggio aereo.
Da tempo le Compagnie si devono confrontare con la ECONOMY CLASS SYNDROME. Con questa definizione si intende un corteo sintomatologico di recente identificazione caratterizzato da edemi declivi a carico degli arti inferiori che colpisce in particolare i viaggiatori e gli operatori del comparto aereo.
Si va da un semplice e innocuo gonfiore delle gambe a quadri complicati di flebite, trombosi e malattia tromboembolica, tanto che l’embolia polmonare rappresenta la prima causa di ‘morte aereoportuale’ in tutto il mondo.
Colpisce in modo particolare chi già è predisposto e soffre di insufficienza venosa (varici in particolare), ma colpisce anche soggetti apparentemente sani e senza precedenti personali o familiari di malattia venosa.
La economy class sindrome è principalmente dovuta alla ritenzione idrica che avviene in lunghi viaggi aerei e che riconosce come concause importanti la immobilizzazione in spazi ristretti associata alla pressurizzazione dei locali di viaggio e alla scarsa idratazione. Ciò comporta un sovraccarico venoso con stasi sanguigna che predispone alla coagulazione (trombosi).
I consigli per ridurne l’incidenza (uso di calze elastiche, idratazione, frequente mobilizzazione) non sono a volte sufficienti, soprattutto se sono misconosciute le cause predisponenti e preesistenti.
Le Compagnie aeree hanno già predisposto campagne di informazione abbastanza efficaci, tuttora migliorabili, per i passeggeri. Ma chi lavora sugli aerei (pilota, hostess, steward) può sviluppare nel tempo quadri clinici che vanno dai semplici capillari dilatati a vere e proprie vene varicose con i disturbi e le complicanze ad essi correlati: edema persistente, parestesie, prurito, dolore, irrequietezza, crampi, flebite, trombosi, embolia polmonare, eczema da stasi, ulcerazioni...)
Tali sintomi, quando confluiscono in patologie conclamate, potrebbero addirittura essere rivendicati come malattie professionali.


Dott. Mario Forzanini
Specialista in Chirurgia Vascolare
www.forzanini.it

Profilo del medico - mario.forzanini

Nome:
MARIO FORZANINI
Comune:
BRESCIA
Telefono:
030/3757707
Professione:
Medico specialista (convenzionato)
Specializzazione:
Chirurgia Vascolare e Angiologia, Cardiologia, CHIRURGIA VASCOLARE
Contatti/Profili social:
sito web


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X