Cacao tossico per i cani, in quali quantità?

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Cacao tossico per i cani, in quali quantità?

26-03-2013 - scritto da Cinzia Iannaccio

Con quali quantità la cioccolata, se ingerita, è pericolosa per il cane?

Quanta cioccolata deve mangiare il cane per rischiare la vita?

Cacao tossico per i cani, in quali quantità? Tutti gli alimenti a base di cacao sono pericolosi per la salute e la vita del cane e ne andrebbe rigorosamente evitata la somministrazione. Il cioccolato contiene infatti alcune sostanze come la teobromina (ma anche la caffeina) in grado di provocare una seria intossicazione nei nostri amici a quattro zampe. Eppure ogni tanto a qualcuno scappa la mano ed offre a Fido un cioccolatino, una barretta o un pasticcino al cacao.

Peggiore è il caso invece in cui ci si rende conto che il cane si è servito da solo, gustando la torta al cioccolato lasciata incustodita sulla tavola. Il panico si fa forte sapendo della tossicità di questi alimenti, ma allora cosa fare? E soprattutto, quanta cioccolata deve mangiare per rischiare la vita?

La quantità in tal caso è strettamente correlata alle dimensioni del cane (o meglio al suo peso) oltre che al tipo di cioccolato. Quello al latte ad esempio contiene quantità minori di teobromina rispetto al fondente e dunque sarà meno pericoloso ma di certo sempre da evitare. Spieghiamo con degli esempi concreti.

1 oncia di cacao amaro in polvere, ovvero circa 28 grammi, contiene 400 mg di teobromina (45 mg invece nella cioccolata al latte): i primi sintomi potenzialmente letali di intossicazione si hanno già dopo l’ingestione di 100 mg della medesima sostanza, per chilo corporeo. Ovvero? Per un cucciolo di 4 chilogrammi ad esempio 270 grammi di cioccolato al latte e solo 28 gr. di fondente contengono già 400 mg di teobromina: oltre la soglia di sicurezza. Un cane di 10 chili invece sarà a rischio serio con 540 grammi di cioccolato al latte e 60 gr. di fondente (900 mg di teobromina). In un pelosone di 20 kg potrebbero essere letali rispettivamente 1.400 grammi e 130 gr. (1.800 mg di sostanza tossica).

Andando indietro con la memoria ricordo come la mia piccola Inca, uno schnauzer nano di pochi chili, gradisse le pastarelle al cioccolato, a tal punto che ogni domenica mia nonna ne portava una specificatamente per lei. Queste cose sulla tossicità del cacao, non le sapevamo e per fortuna la mia piccola non è mai stata male. In molti con esperienze simili parlano di leggenda metropolitana, di bufala, ma così non è.

Ai dosaggi indicati, secondo gli studi scientifici e statistici che hanno evidenziato la cosiddetta “sindrome di avvelenamento da cioccolato nel cane” , per il 50% dei casi vi è un esito letale, oltre ad una serie di problematiche di salute. Questo significa che alcuni animali sopravvivono indenni anche ad una super abbuffata, ma non per questo è il caso di rischiare, offrendo cacao al pet non credete? Anche perché non esiste un antidoto.

Foto: Locomotion per Flickr
Categorie correlate:

Animali, cane, gatto, cuccioli




Articoli che potrebbero interessarti

L'igiene orale del cane

L'igiene orale del cane

22/07/2020.   Una scarsa igiene orale nel cane può portare a un eccesso di tartaro, gengive gonfie e sanguinanti, infiammazioni, periodontite, usura e rottura dei denti fino alla loro perdita, nonché masticazione continua di...

Animali, cane, gatto, cuccioli

L'alito cattivo del cane

L'alito cattivo del cane

09/07/2020.   In quante famiglie la fiaba dell’amicizia tra uomo e pet si è sviluppata in questo modo? L’alitosi nel cane è piuttosto comune, ma ognuno reagisce in modo diverso. C’è chi non resiste al...

Animali, cane, gatto, cuccioli

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X