Giocare con il cane: ecco perché è importante

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Giocare con il cane: ecco perché è importante

12-01-2021 - scritto da Cinzia Iannaccio

Giocare con il cane lo aiuta ad apprendere i comportamenti sociali adeguati, a comunicare con te e a stabilire un rapporto profondo di amicizia e rispetto.

Gioco con il cane: importante per mantenere la forma fisica e mentale del tuo amico a quattro zampe. E anche un po' la tua!

 

Quali giochi per cani sono migliori? Quelli intelligenti e di attivazione mentale, o vanno preferiti quelli che mirano all'azione, come la corsa o il riporto di un oggetto? Il cane si diverte di più a giocare in casa o all'aperto? Le possibilità di scelta sono numerose: molto dipende dal tuo pet, dalla sua indole caratteriale, dalla taglia, dall'età e forma fisica oltre che dal tempo che hai a disposizione per lui. L'importante è non dimenticare che i giochi per i cani rappresentano un prezioso momento di apprendimento e benessere sia fisico che mentale.

 

Il gioco nei cani tra istinto e divertimento

I cuccioli di cane iniziano da subito a giocare con la mamma e i fratellini. E' un istinto naturale determinante per l'apprendimento delle competenze sociali. In che modo? I piccoli tendono ad essere irruenti, iperattivi, amano il combattimento e molto spesso anche mordicchiare. Il compagno di gioco, morso o infastidito, tenderà ad allontanarsi, a non proseguire più quell'attività. Il cucciolo riceve in tal modo un'importante comunicazione: bisogna rispettare il volere di chi ci è vicino e non mordere!

 

Questo è solo un esempio, ma fa comprendere perché le cucciolate non andrebbero separate prima dei due mesi d'età: è una fase in cui, giocando, imparano le regole della convivenza che accompagneranno i cani nel resto della loro vita.

 

Giochi per cuccioli di cane: quando e quali?

Quando i cuccioli iniziano ad avere interesse verso determinati oggetti, è importante fornirgli giochi adeguati, come una palla o un peluche, purché siano specifici e sicuri. In questo modo si eviterà la distruzione di calzini, scarpe e pantofole, ma soprattutto i piccoli inizieranno ad abituarsi al concetto di gioco.

 

Fino ai 6 mesi di vita il cane predilige ancora i giochi di combattimento e questa fase è importante affinché capisca cosa sia appropriato o meno. Il "recupero" è un modo di distrarlo da tale atteggiamento e di creare un legame tra voi che andrà approfondito anche utilizzando biscotti, snack e coccole come rinforzo positivo: in questo periodo, ma anche più avanti, il gioco può essere sfruttato al meglio per l'addestramento e l'educazione del cane.

 

Il tutto senza dimenticare che le corse, la lotta, il riporto, la ricerca di oggetti nascosti favoriscono il corretto sviluppo fisico e muscolare del cane, la sua agilità e forza, ma anche la possibilità di esercitare il fiuto e la mente, scaricare stress e dunque essere più tranquillo tra le mura domestiche: la mancanza di esercizio fisico e di gioco in questo periodo della vita del cane può indurre problemi comportamentali in futuro.

 

Con il passare del tempo il cane potrà prestare attenzione anche a giochi più complessi, di intelligenza, problem solving o più in generale di attivazione mentale, magari da fare in casa, in alternanza a quelli all'aperto: l'attività fisica aiuta a ridurre il rischio di obesità e problemi di salute.

 

11 consigli per giocare con il cane

"Il mio cane gioca mordendo", "Come posso far giocare il cane in modo tranquillo?", Quali giochi fare con il cane affinché impari i comandi?", "Biscotti, snack e crocchette si possono dare al cane durante il gioco?". Se sei alle prese per la prima volta con un cane, probabilmente anche tu ti starai facendo queste domande.

 

Quello che c’è da sapere è che bisogna saper giocare, per evitare di suggerire comportamenti errati! Ecco alcune regole da non dimenticare:

 

  1. Il capo sei tu e spetta a te decidere cosa fare e quando. Un esempio? Per sospendere l'attività non aspettare che Fido sia stanco e, se è troppo eccitato, dai uno stop all'attività finché non si è calmato. Imposta da subito delle regole prestabilite: il cane ti riconoscerà come il suo capobranco e avrà fiducia in te.
  2. Quando insegni un nuovo gioco al cane, procedi con gradualità, da piccole cose semplici ad impegni e regole più articolate, altrimenti rischi di stressarlo e di non ottenere i benefici attesi.
  3. Ricompensalo se fa bene: abbracci, parole dolci, giocattoli e snack lo renderanno felice e gli ricorderanno l'azione corretta.
  4. Evita giochi di combattimento: lo incoraggerebbero a mordere o ad avere un atteggiamento aggressivo-dominante verso altri cani o persone.
  5. Allo stesso modo, evita abiti o parti del corpo come oggetto del gioco.
  6. Inserisci in ogni gioco i comandi base: seduto, qui, ecc.
  7. Vietato perdere la pazienza se il cane inizialmente non comprende il gioco: deve divertirsi, non sentirsi inappropriato a causa del tuo disappunto.
  8. Scegli il momento giusto per giocare col cane, evitando il dopo pasto o i momenti troppo caldi della giornata.
  9. Sii coerente: non permettere al tuo quattro zampe durante l'attività giocosa di fare cose che solitamente gli vieti, come ad esempio mordicchiarti i pantaloni: potresti confonderlo.
  10. Opta per giocattoli sicuri, che non si rompano e non siano tossici, e giochi che consentano al cane di impegnarsi in attività che gli siano naturali, come la caccia, il fiuto, la cattura di prede, utili a stimolargli i sensi e a farlo sentire più sicuro nella sua capacità di sopravvivenza.
  11. Alterna giochi e giocattoli per cani affinché non si annoi.

 

Giocare col cane: l’importanza del rinforzo positivo

Gli animali domestici apprendono le regole di comportamento giocando, più facilmente se premiati e coccolati quando fanno una cosa correttamente. Il concetto del gioco con il rinforzo positivo per educare un cane si basa su questo principio. 

 

Di contro le punizioni e le sgridate non sono raccomandate per l'addestramento: in tal modo si sottopone l’animale a stress e ad una reazione negativa alla comunicazione che gli si vuole dare. Anche se così ti dà retta, lo fa solo per sottomissione e non perché sa di aver sbagliato. In più questo può indurlo a sfogare la sua frustrazione e rabbia in altri modi, con un comportamento aggressivo o asociale.

 

Per tali motivi è consigliato l'impiego del rinforzo positivo nella formazione del cane: impara divertendosi e ricorda ciò che è buono, favorendo anche un miglior rapporto tra di voi. Lo fa sentire più sicuro ed apprezzato. Tale tecnica può essere applicata in molte situazioni: un premio quando dà la zampa, quando gioca in modo corretto, quando si siede al comando.

 

In cosa consiste? In un premio vero e proprio: complimenti verbali e carezze che vanno abbinati a qualcosa che gli piace, in genere un giocattolo o più di frequente cibo. In quest'ultimo caso è buona norma optare per prodotti specifici, sani e bilanciati dal punto di vista nutrizionale e non eccedere nelle quantità: basta un bocconcino o un bastoncino per rendere felice il tuo cane.

Categorie correlate:

Animali, cane, gatto, cuccioli




A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Vermi nelle feci del gatto: e ora?

Vermi nelle feci del gatto: e ora?

29/04/2021.   La prima cosa da fare se si trovano dei vermi bianchi nelle feci del gatto è mantenere la calma: i vermi intestinali nel gatto possono appartenere a diverse famiglie di parassiti e possono colpire il pet in qualunque...

Vermi nelle feci del cane: come intervenire

Vermi nelle feci del cane: come intervenire

27/01/2021.   Per chiunque abbia un pet, avere a che fare, prima o poi, con il ritrovamento di vermi nelle feci del cane è un’ipotesi realistica. Del resto i parassiti intestinali, e in particolare quelli tondi e bianchi come gli...

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X