Degenerazione maculare

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Degenerazione maculare


La degenerazione maculare è una malattia multifattoriale, tipica delle persone anziane che colpisce la macula dell'occhio, cioè la zona centrale della retina responsabile di una visione nitida delle immagini. Questa patologia, in genere quasi sempre bilaterale, ha un andamento progressivo e può portare alla perdita completa ed irreversibile della visione centrale lasciando invece intatta la visione periferica.

Le cause della degenerazione maculare non sono ancora ben conosciute, pare tuttavia che all’origine ci siano dei fattori di rischio di tipo genetico e ambientale. Tra le cause più predisponenti vi sono, oltre all’età, il fumo, l’esposizione alla luce solare, l’ipertensione, l’obesità, il sesso femminile e la razza bianca.

La degenerazione maculare si manifesta nella forma secca o in quella umida, anche detta neovascolare o essudativa: circa il 90% dei pazienti presenta la forma secca e solo il 10% la forma umida.
Nella degenerazione maculare secca sono presenti piccoli depositi di detriti cellulari non smaltiti (drusen) sotto la macula, alterazioni pigmentarie, epitelio retinico a bordi definiti assenza di edema maculare e di emorragie sottoretiniche. La presenza di queste lesioni rimane spesso a lungo asintomatica e il decorso è lento per cui la perdita della vista è graduale e correlata all'estensione delle lesioni a livello maculare.

Nella degenerazione maculare umida la vista è messa a repentaglio dalla formazione di membrane neovascolari di nuovi capillari sanguigni anomali al di sotto della retina che sanguinano e trasudano liquido che si raccoglie sotto la retina. Se non trattate queste membrane tendono a formare una grossa cicatrice al centro della retina che determina un conseguente calo della vista centrale. Nella forma essudativa si assiste ad una presenza significativa di edema maculare, a drusen molli e a frequenti emorragie sottoretiniche.

Le fasi iniziali della degenerazione maculare possono essere asintomatiche o dare sintomi come uno sfocamento delle parole nella lettura, l'assenza di una lettera in una parola, un'area scura o vuota al centro del campo visivo o una distorsione delle linee dritte.

La terapia dipende dalla forma di degenerazione maculare: nelle forme più gravi, quelle umide, si ricorre all’uso del laser termico o alla terapia fotodinamica che consiste nell’iniettare un farmaco nel circolo sanguigno che si deposita nei capillari anomali distruggendoli.


Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X