Scoliosi

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Scoliosi


La scoliosi è una condizione patologica che comporta una complessa curvatura laterale e di rotazione della colonna vertebrale. La colonna vertebrale scoliotica presenta muscoli atrofici da un lato e muscoli ipertrofici dall'altro che la deformano ed è spesso associata a cifosi e lordosi. La scoliosi è un dimorfismo, cioè una patologia correggibile esternamente solo con mezzi come i tutori o con la chirurgia.

La scoliosi colpisce più frequentemente le donne in rapporto 5 a 1 rispetto gli uomini, probabilmente per fattori ormonali, e si manifesta di solito durante le età di maggior sviluppo del tronco ovvero tra i 7-9 anni e gli 11-13 anni. Tende poi ad aggravarsi durante la pubertà, quando si verifica la massima velocità di crescita, per poi arrestarsi alla saldatura delle cartilagini di accrescimento.

Nella maggior parte dei casi le cause della scoliosi sono sconosciute: in tal caso di parla di scoliosi idiopatica, che rappresenta il 70% di tutte le scoliosi. Le scoliosi, le cui cause sono invece note, sono così classificate:
scoliosi congenite legate ad anomalie malformative della colonna vertebrale o delle coste,
scoliosi neurogene dovute a patologie come la poliomielite, le miopatie, la spina bifida, la malattia di Recklinghausen e la siringomielia
scoliosi miogene causate da malattie muscolari o retrazioni muscolari
scoliosi desmogene determinate da retrazione o lassità dei legamenti o della capsula articolare
scoliosi artrogene dovute a lesioni dello scheletro di tipo traumatico o patologico
scoliosi osteopatiche causate da alterazioni vertebrali acquisite, come rachitismo, osteomalacia, spondilite tubercolare, fratture vertebrali, tumori vertebrali
• scoliosi in associazione con la sindrome di Down, di Ehlers - Danlos, di Marfan

I segni caratteristici della scoliosi sono: una muscolatura irregolare su un lato della colonna vertebrale, una protuberanza o una scapola prominente dovuta alla rotazione della gabbia toracica, irregolarità delle anche e braccia o gambe di lunghezze diverse. La deformazione della gabbia toracica ostacola la funzione del cuore, dei polmoni e dei grossi vasi determinando la diminuzione della capacità polmonare e rendendo difficoltosa la respirazione.

La terapia varia a secondo del tipo di scoliosi ma consiste principalmente nel praticare ginnastica correttiva e nell’indossare corsetti e busti: solo i casi più gravi necessitano di una terapia chirurgica, quando cioè la curva scoliotica raggiunge i 45-50° e tutti gli altri rimedi non hanno portato a miglioramenti.


Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X