Ipoglicemia nel cane

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Ipoglicemia nel cane

20-12-2013 - scritto da Cinzia Iannaccio

Se il cane ha la glicemia bassa

Ipoglicemia nel cane, cause, sintomi e cosa fare

Ipoglicemia nel cane Con il termine ipoglicemia si indica un basso livello di glucosio (zucchero) nel sangue del cane. Tale condizione può essere pericolosa e portare anche alla morte se non trattata adeguatamente e precocemente. Per questo è importante saperne riconoscere i segnali rivelatori quanto prima.

Va detto che l’ipoglicemia nel cane non è una patologia di per se stessa, ma solo il sintomo di una malattia sottostante o altre problematiche. Quali? La causa più frequente di glicemia bassa nei nostri amici a quattro zampe riguarda essenzialmente alcune forme di tumore al pancreas, come l’insulinoma: il pancreas è infatti l’organo deputato alla secrezione di insulina, atta a mantenere i giusti livelli di zuccheri nel sangue; il cancro altera il tutto.

Nei cuccioli, soprattutto nei primi 90 giorni di vita può capitare di incappare in un abbassamento dei livelli del glucosio in quanto l’organismo non è ancora adeguatamente sviluppato e pronto. Il tutto può essere peggiorato da situazioni di stress o comunque di errata alimentazione. Particolarmente soggette a questa problematica le razze toy. La glicemia bassa nel cane inoltre può essere provocata dal morbo di Addison o più semplicemente da un digiuno prolungato contemporaneo ad un’intensa attività fisica. Infine sono soggetti ad ipoglicemia anche i cani diabetici in terapia.

Tra i sintomi possiamo notare:
·

  • Stanchezza e depressione

  • Scatti muscolari e tremori

  • Appetito eccessivo

  • Difficoltà a coordinare i movimenti

  • Cecità

  • Convulsioni

  • Svenimento

  • Coma
In presenza di questi disturbi è sempre importante stabilire la causa con una visita approfondita dal veterinario e la conseguente diagnosi (con l’ausilio di varie indagini diagnostiche). La terapia mirerà a curare la causa scatenante e a rialzare i livelli di glucosio nel sangue, con una dieta alimentare speciale o anche con integratori di glucosio da somministrare per via orale o endovenosa. Tutto dipenderà dai singoli casi.

Foto: Flickr
Categorie correlate:

Animali, cane, gatto, cuccioli




A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Vermi nelle feci del gatto: e ora?

Vermi nelle feci del gatto: e ora?

29/04/2021.   La prima cosa da fare se si trovano dei vermi bianchi nelle feci del gatto è mantenere la calma: i vermi intestinali nel gatto possono appartenere a diverse famiglie di parassiti e possono colpire il pet in qualunque...

Vermi nelle feci del cane: come intervenire

Vermi nelle feci del cane: come intervenire

27/01/2021.   Per chiunque abbia un pet, avere a che fare, prima o poi, con il ritrovamento di vermi nelle feci del cane è un’ipotesi realistica. Del resto i parassiti intestinali, e in particolare quelli tondi e bianchi come gli...

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X