Stitichezza nel gatto

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Stitichezza nel gatto

22-04-2013 - scritto da Cinzia Iannaccio

La cause della stitichezza nel gatto ed i sintomi da non trascurare

Anche il gatto può soffrire di stitichezza...

Stitichezza nel gatto Abitualmente il gatto fa la pupù almeno una volta al giorno. Può capitare però che questa routine si interrompa o che comunque si complichi con feci dure e difficili a fuoriuscire. La stitichezza nel gatto può essere certamente un episodio passeggero, ma se si protrae nel tempo o si presenta con regolarità è il caso di rivolgersi ad un veterinario per scoprire la vera causa della stipsi nel micio e procedere dunque all’eventuale risoluzione del problema.

Ma quali i sintomi correlati alla costipazione che devono metterci in allarme? A dire la verità sono simili anche ad altre ben diverse condizioni di salute del micio (come le infezioni delle vie urinarie), ma non per questo devono essere trascurati. Vi traccio quindi una breve lista che spero possa esservi utile e che deve indurre a consultare il veterinario:

  • Pianto o lamentazione quando si trova nella sua lettiera e/o vedete che sta cercando di eliminare le feci.
  • Feci dure e piccole, a volte anche ricoperte di muco se non addirittura di sangue
  • Frequenti viaggi alla lettiera senza risultati
  • Inappetenza
  • Sonnolenza
  • Vomito
  • Sensazione di malessere generalizzato e di dolore alla pancia.
Ci sono molte ragioni per cui il micio può soffrire di stitichezza, più o meno pericolose e facilmente risolvibili. Stiamo parlando essenzialmente di una dieta povera di fibre (come per noi umani del resto), disidratazione, palle di pelo nell’intestino, blocco intestinale di altro genere, prostata allargata (nei gatti anziani) che preme sul retto bloccando l’uscita delle feci, oppure un grumo di peli in prossimità dell’ano che funge quasi da tappo, l’ingestione di corpi estranei, farmaci per altre patologie, malattia neurologica o dell’intestino, obesità, ecc.

A seconda dei casi vanno studiate cure diverse. Ma non bisogna mai trascurare questo disturbo. Prima di tutto per il benessere del gatto (non vi sentite male voi quando siete stitici? Perché far soffrire il vostro micio?), ma anche perché può essere il sintomo di malattie gravi come il diabete felino, ipotiroidismo o ostruzione intestinale. Se avete avuto a che fare con questa situazione, raccontateci la vostra storia, può essere d’ausilio per tutti.
Categorie correlate:

Animali, cane, gatto, cuccioli




Articoli che potrebbero interessarti

L'igiene orale del cane

L'igiene orale del cane

22/07/2020.   Una scarsa igiene orale nel cane può portare a un eccesso di tartaro, gengive gonfie e sanguinanti, infiammazioni, periodontite, usura e rottura dei denti fino alla loro perdita, nonché masticazione continua di...

Animali, cane, gatto, cuccioli

L'alito cattivo del cane

L'alito cattivo del cane

09/07/2020.   In quante famiglie la fiaba dell’amicizia tra uomo e pet si è sviluppata in questo modo? L’alitosi nel cane è piuttosto comune, ma ognuno reagisce in modo diverso. C’è chi non resiste al...

Animali, cane, gatto, cuccioli

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X