Cardio-Oncologia

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Cardio-Oncologia

23-04-2014 - scritto da Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Cos'è la cardio-oncologia e a quali esigenze risponde

La cardio-oncologia è nata pensando alla tossicità che alcune terapie oncologiche (antiblastici ecc.) possono avere per il cuore

L’aumentata sopravvivenza dei malati con tumore ha posto nuovi problemi

da un lato una tossicità che non è più solo acuta ma anche tardiva: quindi

assistiamo alla comparsa di scompensi cardiaci, che si possono realizzare

anche dopo anni su pazienti che inizialmente presentavano un cuore

assolutamente sano. D’altra parte, con l’avanzare dell’età media, sempre più

spesso si devono affrontare casi di pazienti che hanno già una storia di

cardiopatia e che per la comparsa di un tumore devono essere sottoposti ad

un trattamento che può essere cardiotossico. E non va dimenticato che alcuni

trattamenti oncologici possono avere ripercussioni non soltanto sul cuore,

ma su tutto l’apparato circolatorio: la trombosi è la seconda causa di morte

del paziente con tumore, e quindi la prevenzione e la cura della trombosi è

molto importante in questi soggetti. Va dunque creato un percorso

cardio-oncologico che comprenda visite, esami strumentali, misurazione di

parametri ematici, per valutare le condizioni del cuore e

dei vasi e successivamente la tossicità della terapia oncologica prescritta

nonché per prevenire e seguire nel tempo quello che succede al cuore del

paziente.

Per far fronte a queste nuove esigenze è nato in Italia il nuovo settore

interdisciplinare della Cardio-Oncologia e si stanno sviluppando percorsi e

linee guida per l’identificazione di pazienti ad alto rischio cardiovascolare,

per esempio mediante biomarcatori o tecniche strumentali. La nascita di un

percorso mirato Cardio-Oncologico, nell’ambito di un più generale percorso

internistico-oncologico, è necessario in un polo oncologico di eccellenza,

perché il paziente cardiopatico presenta problemi che richiedono di essere

affrontati in maniera molto accorta .Per esempio, la presenza di una

neoplasia può rendere difficile o impossibile l’impiego di alcuni farmaci,

come gli antitrombotici cioè inibitori dei fattori dell’emostasi, che invece

sono la regola in alcune patologie cardiovascolari, in particolare delle

coronarie o delle arterie periferiche. E in un polo oncologico di eccellenza

bisogna considerare che si va verso una cronicizzazione delle malattie, per

cui in quello che si definisce il "cronic care model" la concomitanza di

problemi cardiovascolari e tumorali obbliga a un lavoro di squadra, perché

la gestione appropriata del paziente complesso nasce dalla condivisione del

progetto complessivo di cura da parte di diversi clinici, per garantire al

paziente la più lunga sopravvivenza possibile associata alla migliore qualità

della vita.  

Biomarkers di Cardio-Oncologia in Follow-up

TROPONINA Aumenta con outcome cardiovascolare sfavorevole

Pro-BNP aumenta per ridurre il post-carico ed indurre la natriuresi

Ecocardiografia speckle tracking predittiva di cardiotossicita’ precoce ma

non valuta la disfunzione ventricolare sinistra


www.studiomedicocirolla.it
Categorie correlate:

Malattie, cure, ricerca medica




Prof.ssa Virginia A.Cirolla
MD,PhD in Experimental And Clinical Research Methodology in Oncology Department of Medical and Surgical Sciences and Translational Medicine "Sapienza" University of Rome
National President A.I.S.M.O. ONLUS
www.studiomedicocirolla.it
www.aismo.it

Profilo del medico - Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Nome:
Virginia Angela Cirolla
Comune:
ROMA
Telefono:
0645477448 3396769115, 3930944388, 3335230409
Azienda:
A.I.S.M.O. ONLUS
Professione:
Ricercatore
Posizione:
PRESIDENTE NAZIONALE
Occupazione:
MEDICO CHIRURGO SENOLOGO/TITOLARE CENTRO DI FORMAZIONE ANFOS/DIRETTORE SANITARIO A.I.S.M.O. ONLUS
Specializzazione:
Oncologia Medica, Medicina alternativa, Chirurgia generale, Perf in Ecografia, Senologia, Master Format. ANFOS, Master Agopuntura, Dottorato Ricerca Oncologica
Contatti/Profili social:
email email sito web facebook twitter google plus linkedin


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X