Celiachia e Tumori

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Celiachia e Tumori

06-06-2014 - scritto da Prof.ssa Virginia A. Cirolla

La più pericolosa conseguenza della celiachia: l’insorgenza di tumore all'intestino e allo stomaco

La celiachia e l'importanza di una prevenzione diagnostica per evitare guai seri, come il tumore

Celiachia e Tumori La celiachia è una malattia autoimmune con forte componente ereditaria.
Il rivestimento del duodeno viene danneggiato quando entra in contatto con
il glutine contenuto nel grano ed i cereali come orzo, segale ed avena.

Sono molte le cause sulle quali si è disquisito poste ad origine di questa malattia: ciò che si conosce per certo sono i suoi effetti. Questa particolare intolleranza porta infatti i villi intestinali, destinati dal nostro corpo all’assorbimento di sostanze nutritive, ad appiattirsi ed a non assorbire adeguatamente i principi essenziali. Si tratta di una continua risposta immunitaria che si scatena appena i villi vengono a contatto con il glutine, considerato dall’intestino, geneticamente, come un agente infettivo.

La celiachia, soprattutto per le conseguenze che una corretta gestione della malattia comporta, non può essere classificata come una semplice intolleranza alimentare. E parlando di conseguenze, vogliamo illustrarvi oggi quella più pericolosa a cui può andare incontro un celiaco se non presta la giusta attenzione alla gestione della sua malattia: l’insorgenza di tumore all’intestino e allo stomaco.

Come appare evidente, l’intestino è sicuramente l’organo messo più a
repentaglio quando, in caso di celiachia, l’individuo non segue una dieta
corretta e, come si utilizza in gergo corrente tra i pazienti, si “contamina”.
La continua stimolazione negativa dei villi scatena una risposta immunitaria
dell’intestino che colpisce i villi ed il suo muco e che si risolve con delle
scariche di feci liquide e dolori addominali.

Non di rado questa eventualità si verifica negli individui che in maggior numero rispetto agli altri non seguono una giusta dieta priva di glutine. Tra le forme di tumore associate con maggiore frequenza al morbo celiaco troviamo l’adenocarcinoma intestinale, rara neoplasia, e il linfoma non-Hodgkin.

E' importante quindi iniziare precocemente una Prevenzione diagnostica gestibile ambulatorialmente e da proporre in screening ai Malati di Celiachia con test salivare e prelievi capillari per sviluppo strisce reattive e test sugli alimenti.

Studio Medico Cirolla
MALATI ONCOLOGICI ONLUS PREVENZIONE TUMORI ROMA
Categorie correlate:

Malattie, cure, ricerca medica




Prof.ssa Virginia A.Cirolla
MD,PhD in Experimental And Clinical Research Methodology in Oncology Department of Medical and Surgical Sciences and Translational Medicine "Sapienza" University of Rome
National President A.I.S.M.O. ONLUS
www.studiomedicocirolla.it
www.aismo.it

Profilo del medico - Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Nome:
Virginia Angela Cirolla
Comune:
ROMA
Telefono:
0645477448 3396769115, 3930944388, 3335230409
Azienda:
A.I.S.M.O. ONLUS
Professione:
Ricercatore
Posizione:
PRESIDENTE NAZIONALE
Occupazione:
MEDICO CHIRURGO SENOLOGO/TITOLARE CENTRO DI FORMAZIONE ANFOS/DIRETTORE SANITARIO A.I.S.M.O. ONLUS
Specializzazione:
Oncologia Medica, Medicina alternativa, Chirurgia generale, Perf in Ecografia, Senologia, Master Format. ANFOS, Master Agopuntura, Dottorato Ricerca Oncologica
Contatti/Profili social:
email email sito web facebook twitter google plus linkedin


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X