ForumSalute

Diabete: informazione, prevenzione e gestione della malattia

Diabete: informazione, prevenzione e gestione della malattia

12-11-2014 - scritto da Patrizia F.

Differenze tra diabete di tipo 1 e diabete di tipo 2, cause e conseguenze della patologia

L'importanza di conoscere i fattori di rischio per il diabete e porvi rimedio

Diabete: informazione, prevenzione e gestione della malattia Con il nome di diabete mellito si indica un insieme di patologie e condizioni che, se non trattate, conducono a una eccessiva presenza di zuccheri nel sangue, detta iperglicemia.

In Italia, secondo recenti stime sono 4 milioni i soggetti affetti da diabete. Solo 3 milioni, però, sanno di avere questa patologia e ancora meno sono coloro i quali si sono attivati per tenerla sotto controllo. In percentuale, questo significa che l’1,6% della popolazione è affetto da diabete, ma non gli è ancora stato diagnosticato. Il 4,3% della popolazione italiana, circa 2,6 milioni di persone, ha invece difficoltà a mantenere sotto controllo la glicemia, una condizione, questa, che nella maggior parte dei casi conduce allo sviluppo del diabete. Nel 2030, infatti, secondo le stime di Diabete Italia, saranno 5 milioni nel nostro Paese le persone affette da diabete.

Le cause del diabete
Questa tendenza all’aumento costante della diffusione del diabete è provocata dai cambiamenti nello stile di vita associate allo sviluppo economico. Tra le cause principali, alcune modifiche (negative) alla qualità e quantità degli alimenti consumati (cioè si tende a mangiare sempre di più e sempre peggio) e tipologie di lavoro e di spostamento che richiedono un minor dispendio energetico, consentendo o costringendo a stare molte ore seduti e fermi. Queste modifiche dello stile di vita conducono spesso a problematiche come sovrappeso e obesità, che facilmente conducono al diabete. Inoltre, molto probabilmente, queste condizioni innescano una tendenza geneticamente ereditata allo sviluppo del diabete.

I diversi tipi di diabete
Il diabete è una patologia che si manifesta in diverse forme. La forma di gran lunga più comune è il diabete di tipo 2, comunemente noto anche con i nomi di diabete dell’anziano o diabete alimentare o con le abbreviazioni DM2 o T2DM. Si manifesta generalmente dopo i 40 anni e soprattutto nei soggetti in sovrappeso o obesi, ha una evoluzione lenta e spesso priva di sintomi e provoca una graduale perdita della capacità di controllare l’equilibrio della glicemia (le quantità di zuccheri nel sangue).

Il diabete di tipo 1 è invece provocato da una reazione autoimmunitaria che colpisce le beta cellule del pancreas produttrici di insulina, che è la sostanza necessaria a fare entrare il glucosio nelle cellule. I soggetti affetti da diabete di tipo 1 devono quindi assumere insulina da fonti esterne e mantenere sempre la quantità giusta nel sangue. Questa forma della patologia insorge prevalentemente in età pediatrica e colpisce ad oggi circa 100 mila bambini e ragazzi in Italia.

Tra le altre forme di diabete figurano il diabete gestazionale (anche detto diabete gravidico o GDM), una forma temporanea della patologia che interessa le donne in gravidanza a partire dal secondo trimestre; ancora, il Lada, una forma della malattia che si colloca a metà tra il diabete di tipo 1 e quello di tipo 2 (insorge dopo i 40 anni, come il tipo 2, ma conduce ad una completa insulinodipendenza, come il tipo 1); c'è poi il Mody, un insieme di condizioni che generalmente caratterizzano determinati ceppi familiari. Esiste infine il diabete secondario, cioè provocato da un’altra patologia, da una terapia o da un incidente.

Conseguenze del diabete
Se non trattato correttamente, il diabete può portare a conseguenza anche gravi, come malattie coronariche (l’infarto o l’angina sono da due a quattro volte più frequenti nei soggetti diabetici), retinopatie, glaucoma, cataratta e cecità, disfunzioni circolatorie e neuropatie che possono condurre anche alla necessità di amputazioni, nefropatie (cioè malattie del rene) che, se non trattate, possono rendere necessario il ricorso alla dialisi.

Sintomi del diabete
I sintomi che indicano l’insorgenza del diabete sono diversi a seconda del tipo della malattia. Nel caso del diabete di tipo 1, per esempio, solitamente i sintomi sono inaugurati da un episodio di febbre alta e poi includono sete (polidipsia), aumento della quantità delle urine (poliuria), perdita di peso, stanchezza frequente e facilità di comparsa di infezioni. Nel caso del diabete di tipo 2 invece, i sintomi sono più sfumati e per questo non sempre si arriva ad una diagnosi rapida. Per questo è importante sottoporsi a controlli regolari della glicemia in modo da individuare tempestivamente livelli elevati.

Prevenzione
Una alimentazione sana e una regolare attività fisica sono le principali armi a nostra disposizione contro l’insorgenza del diabete, che come detto è provocato in gran parte da cattive abitudini alimentari, vita sedentaria, sovrappeso e obesità. L’alimentazione costituisce inoltre uno dei pilastri della cura del diabete non solo di tipo 2 ma anche di tipo 1: la terapia con insulina infatti richiede di mantenere il giusto equilibrio tra la quantità di carboidrati che si assumano con i pasti e la quantità di insulina da somministrare. È inoltre bene ricordare che il diabete di tipo 1 non è un limite allo svolgimento di qualsiasi tipo di attività fisica.

La Giornata Mondiale del Diabete
La Giornata Mondiale del Diabete è stata istituita nel 1991 dall’OMS (l’Organizzazione Mondiale della Sanità) e dall’International Diabetes Federation con lo scopo di sensibilizzare e informare sulla prevenzione e la gestione del diabete. In oltre 400 città in Italia ci saranno eventi dedicati a questo tema e, presso gazebo e banchetti presidiati dai volontari, sarà possibile valutare i propri fattori di rischio per lo sviluppo della malattia e ricevere materiale informativo sulla prevenzione. Tutte le informazioni sugli eventi in programma sono disponibili sul sito della Giornata Mondiale del Diabete.

Foto: Giornatadeldiabete.it


A cura di Patrizia F.
ForumSalute / Allergia e Salute / Rinite allergica: fai il test
ForumSalute: Facebook / Twitter / Google+
Allergia e Salute: Facebook / Twitter / Google+



Articoli che potrebbero interessarti

5 cose da sapere sulla polmonite

5 cose da sapere sulla polmonite

La polmonite è un’infiammazione dei polmoni comunemente provocata da un agente infettivo, spesso conseguenza di altre infezioni primarie che si estendono ai nostri grandi organi della respirazione dal cui funzionamento dipende...

30/11/2017 - scritto da Paola P.

Glaucoma: come tenerlo sotto controllo

Glaucoma: come tenerlo sotto controllo

Il glaucoma è una malattia oculare, in particolare del nervo ottico, che colpisce la popolazione adulta provocando ipovisione fino a cecità completa se non diagnosticata e curata in tempo. I suoi fattori di rischio...

23/11/2017 - scritto da Francesca F. Salute

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X