Acufene

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Acufene

L’acufene è un disturbo che consiste nella percezione di rumori in assenza di stimoli esterni che può manifestarsi udendo fischi, ronzii, fruscii, soffi, pulsazioni, sibili e crepitii.

Gli acufeni si originano all'interno dell'apparato uditivo, ma alla loro prima comparsa vengono illusoriamente percepiti come suoni provenienti dall'ambiente esterno. Questi suoni anomali percepiti in un orecchio o in entrambi o nella testa, possono risultare fastidiosi al punto tale da influire negativamente sulla qualità della vita di chi ne è soggetto.

L'origine degli acufeni non è ancora ben chiara anche perché i meccanismi che li causano sono diversi. Spesso può trattarsi semplicemente di un tappo di cerume presente nel condotto uditivo che può produrre una fastidiosa sensazione di rimbombo, occlusione e sordità e che determina una distorsione dei suoni.

In generale comunque gli acufeni derivano da un danno permanente a carico delle cellule ciliate cocleari oppure del nervo acustico o delle vie nervose centrali: ad esempio traumi acustici come esplosioni, scoppi di petardi e spari costituiscono uno dei più importanti fattori di rischio per l'insorgenza di acufeni.

Se gli acufeni non regrediscono nei primi mesi dalla loro comparsa, seguendo una terapia adeguata, è probabile che diventino cronici.Gli acufeni sono curabili nella maggior parte dei casi con tecniche riabilitative e trattamenti farmacologici ma non sempre è possibile garantire la guarigione definitiva, infatti possono verificarsi casi di recidive.


Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X