Aneurisma

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Aneurisma

L’aneurisma è una dilatazione progressiva di un segmento di un’arteria vascolare dovuta alla perdita di muscolatura liscia e di tessuto elastico nella tonaca media della parete arteriosa.

La principale causa di insorgenza di un aneurisma è l'aterosclerosi ma tra gli altri fattori di rischio vi sono anche la familiarità, il sesso maschile, l’età superiore ai 60 anni, l'ipertensione arteriosa, il fumo e le broncopneumopatie croniche ostruttive.
Il quadro clinico e la prognosi di un aneurisma variano in relazione alla localizzazione e alle dimensioni della lesione.

Le manifestazioni più frequenti di aneurisma sono l’aneurisma cerebrale, l’aneurisma aortico che si suddivide in aneurisma dell'aorta addominale e aneurisma dell'aorta toracica, e l’aneurisma ventricolare.

La dilatazione localizzata dell'aneurisma si associa al rallentamento del flusso ematico proprio in quel punto con il conseguente aumento della pressione sulla parete dell'arteria stessa: ciò determina un’ulteriore dilatazione e il rilascio di elastasi, un enzima che disgrega le fibre elastiche portando alla rottura dell'arteria.

La scoperta di un aneurisma è spesso accidentale perché l'evento non mostra sintomi all’inizio e quindi viene ignorato: è tuttavia possibile effettuare un esame obiettivo che consiste nell'indagine del paziente con l'aiuto dei cinque sensi ad opera del medico.

Esistono poi esami diagnostici molto utili come l’ecografia, che aiuta in una prima ricerca a scoprire l'evento e valutare le dimensioni del danno, l’angio risonanza magnetica e l’angio tomografia computerizzata.
L'intervento chirurgico può salvare la vita al paziente se la rottura dell’aneurisma viene diagnosticata tempestivamente.


Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X