Vitiligine

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Vitiligine


La vitiligine è una malattia non contagiosa della pelle caratterizzata da un disturbo della pigmentazione cutanea che si manifesta con la comparsa di macchie acromiche, cioè prive di melanociti spesso simmetriche.

Le sedi più comunemente interessate sono le mani, le ascelle, la cute delle zone anogenitali, periorali e periorbitarie. Con il tempo le macchie possono estendersi oppure rimanere stazionarie o anche regredire. Quando sono interessate le parti coperte da peli, questi diventano bianchi: se tale discromia colpisce il cuoio capelluto anche i capelli dell'area interessata sono bianchi.

Il decorso della malattia può essere aggravato da traumi psichici e da stati ansiosi e depressivi perché la persona affetta da vitiligine si sente diversa e osservata.

Le zone bianche, a volte accompagnate anche da prurito, sono facilmente soggette ad eritema solare e scottature, pertanto è sempre necessario proteggere le lesioni dalla luce solare applicando creme con un alto fattore di protezione.

La vitiligine è una malattia ad eziologia sconosciuta, anche se si sospetta sia di origine ereditaria, genetica e quasi certamente autoimmune: i melanociti, forse attaccati dagli anticorpi, restano vitali, ma smettono di produrre melanina.

La diagnosi si effettua tramite esame obiettivo e strumentale attraverso il test della lampada di Wood, alla cui luce le chiazze di vitiligine emettono una caratteristica fluorescenza bianca.

La terapia mira a ridurre o mascherare il danno estetico ricorrendo all’uso di vitamina C e di sostanze quali le furocumarine, che favoriscono la pigmentazione. I trattamenti sono sempre protratti per lunghi periodi e possono variare a seconda del clima e delle stagioni. Vengono anche utilizzate con successo terapie che prevedono l'uso di immunosoppressori come steroidi e tacrolimus. Per trattare lesioni di piccole dimensioni si ricorre all’uso di creme cosmetiche che inducono un'abbronzatura artificiale, in modo da uniformare il colore della macchia di vitiligine a quello della pelle circostante.


Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X