Energie a terra? Ecco i rimedi utili

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Energie a terra? Ecco i rimedi utili

11-10-2011 - scritto da Viviana Vischi

I ricostituenti, o integratori, che aiutano sportivi e sedentari a ritrovare vigore nel momento di fiacca e di spossatezza, dopo malattie o nei cambi di stagione

Come combattere la stanchezza fisica e mentale

Energie a terra? Ecco i rimedi utili

"Come sempre in questo periodo dell’anno batto la fiacca e mi stanco con niente".
"Continuo a sbadigliare, a strofinarmi gli occhi e ho poca energia. Non posso ricorrere a un caffè dietro l’altro per poter lavorare…"
"Al mattino mi sento a pezzi, il risveglio è tragico: resterei a letto tutto il giorno! E in ufficio ho paura di addormentarmi sulla scrivania…"
"Dopo le vacanze ho ricominciato a fare sport e ora mi sento uno straccio, ho bisogno di aumentare la mia soglia di resistenza fisica"

La stanchezza fa parte integrante della vita, è l’elemento regolatore dell’attività e del riposo. In breve tempo, però, questa sensazione deve scomparire e quando ciò non accade vuol dire che c’è uno squilibrio tra consumo e ricarica delle “pile”. E’ proprio in questi momenti che si sente il bisogno di qualcosa per tirarsi un po’ su.

Già, ma cosa? Un tempo li chiamavano ricostituenti e li prescriveva il medico di famiglia; oggi, invece, parliamo di integratori alimentari e il loro utilizzo può avvenire in modo del tutto libero. Essere informati sulle sostanze che aiutano nel momento di fiacca, di spossatezza, di debilitazione o semplicemente nei cambi di stagione diventa importante per una scelta consapevole del prodotto più utile per le proprie esigenze. Il discorso vale per tutti, e a maggior ragione per coloro che praticano uno sport e dal proprio corpo devono ottenere molto di più in termini di prestazioni fisiche e consumo energetico.

Le erbe ci accompagnano sin dall’antichità; ecco alcuni dei rimedi dolci consigliati in caso di stanchezza

Premesso che la stanchezza si combatte principalmente a tavola (al bando l’alimentazione sregolata e ipercalorica, largo invece al giusto mix di carboidrati, fibre, sali minerali, proteine e, soprattutto, tanta frutta e verdura ricche di vitamine!), esistono rimedi dolci utilissimi per fare in modo di ritrovare l’energia, la vitalità e la concentrazione necessarie per affrontare i carichi di lavoro o di studio quotidiano. Tra quelle che si possono utilizzare con ottimi risultati si segnalano il ginseng, l’eleuterococco, il guaranà e la damiana.

 

 

  • Il ginseng è utile quando le energie fisiche e mentali sono a terra. Lo possono usare gli sportivi che vogliono aumentare le proprie prestazioni, coloro che devono affrontare impegni importanti e vogliono essere concentrati al massimo, le persone che escono da una malattia debilitante, gli studenti che hanno difficoltà di memoria, uomini e donne che desiderano aumentare le proprie prestazioni sessuali.

 

 

 

  • L’eleuterococco aumenta il vigore, la resistenza fisica, la potenza massima aerobica, la massa muscolare e innalza la soglia di resistenza a stimoli stressanti, con una evidente miglior risposta dell’organismo allo stimolo dell’allenamento.

 

 

  • Il guaranà è stimolante: contiene sostanze del tutto simili alla caffeina, ma senza i suoi effetti negativi, aiuta l’organismo a superare i momenti di maggiore stanchezza, a reagire più prontamente agli stimoli esterni e migliora lo stato di benessere psico-fisico generale.

 

 

  • La damiana, grazie alle sue caratteristiche, è stata da sempre utilizzata come tonico stimolante e, come il ginseng, è indicata in caso di astenia sessuale.

 



A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X