L’andrologo, questo sconosciuto

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

L’andrologo, questo sconosciuto

17-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

Defaillances sotto le lenzuola, infertilità e infezioni: ne soffrono cinque milioni di uomini italiani che, però, dall'andrologo non vanno...

Per incoraggiarli a rivolgersi con fiducia all'andrologo, fino al 19 marzo visite gratuite per tutti

13/03/2007 - E’ per l’uomo ciò che il ginecologo è per la donna. O meglio, dovrebbe esserlo. Si occupa della tutela della sua sfera più intima. O meglio, dovrebbe farlo. Usiamo il condizionale perché, se l’andrologo è uno dei migliori alleati della salute sessuale e riproduttiva maschile, la maggior parte degli italiani non gli ha mai fatto visita…Molto male: le ultime statistiche dicono che oltre il 30% dei nostri uomini (almeno cinque milioni) soffre di un disturbo sessuale che rischia di compromettere la salute generale e l’intesa di coppia. Non solo. Circa un 18enne su due è a rischio infertilità per malattie a trasmissione sessuale o piccole anomalie non diagnosticate!
Proprio per insegnare agli italiani di ogni età come prendersi cura al meglio del proprio benessere intimo, dal 12 al 19 marzo (esclusa domenica) si svolgerà la settima edizione della Settimana della Prevenzione Andrologica. L’iniziativa coincide con la ricorrenza della Festa del papà: sette giorni di visite gratuite presso 176 centri specializzati in tutta Italia e oltre 270 medici a disposizione.
Secondo i dati raccolti nella Settimana Andrologica 2005, su circa 2.500 uomini visitati il 62% era alla sua prima volta. Percentuale che sale al 66% se consideriamo gli under 50. Quali disfunzioni sono state maggiormente riscontrate? Patologie prostatiche (29%), problemi allo scroto (24%), ai testicoli (18,2%) e patologie del pene (16,5%).
Ma perché ci si rivolge all’andrologo? Dopo i 50 anni per problemi di disfunzione erettile (la cosiddetta impotenza), calo del desiderio o per controllare la prostata. I più giovani, invece, chiedono aiuto per risolvere problemi di eiaculazione precoce, ansia da prestazione, talvolta incurvamento congenito del pene.
L’andrologo viene consultato soprattutto quando si cerca un figlio che non arriva. L’infertilità sta diventando un problema serio nel nostro Paese: oggi si stima che su 300mila matrimoni l’anno, almeno 45-60mila coppie siano infertili! Nel 30% dei casi il problema è del partner maschile, che però ne sottovaluta le cause. Prendiamo, ad esempio, il varicocele (reflusso di sangue al testicolo con sviluppo di vene varicose): ne soffre il 25% degli uomini, è il responsabile numero uno dell’infertilità, ma lo si scopre spesso quando è troppo tardi per intervenire. Molto diffuse sono anche le malattie trasmesse attraverso rapporti sessuali come clamidia, herpes genitale, thricomonas. Alcune di queste infezioni vengono trascurate perché all’uomo non provocano particolari fastidi. Eppure, se ne segue un’infezione cronica, si rischia perfino la sterilità.
Cari uomini, detto tutto questo non approfittare della Settimana della Prevenzione Andrologica sarebbe un vero peccato. Anche perché la salute sessuale è lo specchio del benessere più in generale: la riduzione degli ormoni maschili, e i conseguenti “disturbi di letto”, sono infatti spesso correlati con osteoporosi, ipertensione, diabete e problemi cardiaci.
Per conoscere la lista dei centri che aderiscono all’iniziativa clicca su
www.andrologiaitaliana.it.

A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X