Papaya: a prova di raffreddore

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Papaya: a prova di raffreddore

29-09-2011 - scritto da Viviana Vischi

L’influenza e le forme parainfluenzali si affrontano soprattutto con la prevenzione, rinforzando il sistema immunitario grazie, ad esempio, ai nutrienti della papaya

Papaya: dalla natura, un sostegno efficace per l’organismo di grandi e piccini

Papaya: a prova di raffreddore Il virus responsabile dell’influenza classica compare solitamente a inverno inoltrato e si diffonde in condizioni di tempo molto rigide, con temperature basse. Durante il resto dell’anno, però, ne circolano almeno altri 250, che causano forme simili all’influenza, ma più blande nelle manifestazioni e meno pericolose nelle complicanze, dette parainfluenze. Questi virus amano gli sbalzi termici, ed è proprio in queste situazioni che si riproducono e si diffondono ogni anno, sempre più agguerriti. Ecco spiegato perché compaiono soprattutto nel periodo tra settembre e novembre, quando la temperatura oscilla spesso, improvvisamente, anche di vari gradi. Si calcola che, nella stagione autunnale, le forme parainfluenzali colpiscano 240 mila persone alla settimana!

L’influenza e le forme parainfluenzali si affrontano soprattutto con la prevenzione. Ne sono convinti gli esperti: vestirsi a cipolla, indossare i guanti sui mezzi pubblici, lavarsi spesso le mani con sapone e acqua calda, preferire i fazzoletti di carta e non riutilizzarli, evitare le strette di mano, tenersi lontano da chi tossisce o starnutisce, curare l’alimentazione, svolgere un’attività fisica e respirare con il naso sono solo alcune delle regole d’oro da seguire per tenere quanto più possibile alla larga malattie da raffreddamento, tosse, starnuti, catarro e mal di gola.

Ma per prevenire i malanni di stagione è soprattutto necessario avere un sistema immunitario forte e reattivo. A indebolirlo concorrono diversi fattori, su tutti il proliferare dei radicali liberi. Tenerli a bada, integrando l’alimentazione con specifiche sostanze antiossidanti, è dunque il primo passo per innalzare uno scudo nei confronti di virus e batteri.

Tra i prodotti naturali più indicati allo scopo ci sono sostanze validissime, sicure ed efficaci come la papaya fermentata. La papaya fermentata è una delle fonti più ricche di antiossidanti, addirittura venti volte più potente della vitamina E. Ecco perché, senza sostituire nessun trattamento medico, gli integratori alimentari di papaya fermentata sono molto utili a chiunque abbia problemi di abbassamento delle difese, perché aiutano l’organismo a riacquistare forza e vigore e lo stimolano a rispondere al meglio alle aggressioni esterne, e dunque ad affrontare i primi freddi a tutta salute.

Gli integratori alimentari a base di papaya fermentata sono un vero toccasana quando ci sentiamo deboli, spossati, insomma, in tutte quelle situazioni in cui stiamo “covando” un malanno. Possono essere assunti da soli ma anche in abbinamento alla vaccinazione antinfluenzale o dopo la stessa per migliorare la risposta immunitaria dell’organismo. Il consiglio è valido per uomini e donne, grandi e piccini, ma soprattutto per le persone più deboli e per gli anziani.


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X