Predire lo sviluppo dei tumori mediante analisi sul DNA

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Predire lo sviluppo dei tumori mediante analisi sul DNA

31-07-2013 - scritto da Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Per sapere se una cellula dara' luogo o meno a un tumore, potrebbe bastare la lettura di 25 geni che sono associati all'instabilità dei cromosomi

Per predire il futuro di una cellula potrebbero bastare 25 frammenti di DNA .




Per sapere se una cellula dara' luogo o meno a un tumore, potrebbe bastare


la lettura di 25 geni che sono associati all'instabilita' dei cromosomi. E' la


scoperta dei ricercatori del Children Hospital Informatics Program (CHIP)


del Massachusetts Institute of Technology, che hanno appena pubblicato su


Nature Genetics uno studio dove spiegano che nel nostro genoma si nasconde


una sorta di 'firma' correlata alla maggiore probabilita' che si sviluppi un


tumore.


Avere quindi un semplice strumento che sia in grado di anticipare ai medici


come evolvera' la malattia e' fondamentale perche' si possa scegliere la


terapia appropriata.

Usando una tecnica nota come 'gene expression activity', con la quale e'

possibile misurare il livello a cui funzionano certi geni del nostro DNA, i

ricercatori hanno analizzato 18 campioni di tessuto, che rappresentavano 6

tipi di tumore diverso. E quello che hanno trovato e' una sorta di 'instabilita''

del DNA che accomunava questi sei campioni: una vera e propria firma,

cioe', che e' ricollegabile allo sviluppo del cancro.

''L'instabilita' dei cromosomi - spiega Zoltan Szallasi, tra i ricercatori che

hanno ideato lo studio - e' uno dei meccanismi chiave che mantiene attivo il

proliferare delle cellule maligne.

Quello che abbiamo ottenuto in laboratorio e' un modo facile per misurare il

livello dell'instabilita' dei cromosomi in un campione di tumore''. La tecnica,

insomma, potrebbe aiutare gli scienziati nella ricerca di farmaci contro il

cancro che riducano questa instabilita', e che quindi contrastino lo sviluppo

della malattia; inoltre, con ulteriori sviluppi della tecnica, sarebbe possibile

gettare le basi per costruire un vero e proprio strumento diagnostico che

possa essere impiegato nella clinica di tutti i giorni.

Non va dimenticato pero' che serviranno ulteriori ricerche per aprire la

strada a nuove cure e nuove tecnologie per la diagnosi precoce

Lo studio del Dna quadruplex e del gene shp 66 richiedono ulteriori

approfondimenti poiche' secondo noi potrebbero indicarci i meccanismi

chiave per la proliferazione delle cellule maligne....vedremo insieme il

come!!!



Studio Medico Cirolla

Categorie correlate:

Malattie, cure, ricerca medica




Prof.ssa Virginia A.Cirolla
MD,PhD in Experimental And Clinical Research Methodology in Oncology Department of Medical and Surgical Sciences and Translational Medicine "Sapienza" University of Rome
National President A.I.S.M.O. ONLUS
www.studiomedicocirolla.it
www.aismo.it

Profilo del medico - Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Nome:
Virginia Angela Cirolla
Comune:
ROMA
Telefono:
0645477448 3396769115, 3930944388, 3335230409
Azienda:
A.I.S.M.O. ONLUS
Professione:
Ricercatore
Posizione:
PRESIDENTE NAZIONALE
Occupazione:
MEDICO CHIRURGO SENOLOGO/TITOLARE CENTRO DI FORMAZIONE ANFOS/DIRETTORE SANITARIO A.I.S.M.O. ONLUS
Specializzazione:
Oncologia Medica, Medicina alternativa, Chirurgia generale, Perf in Ecografia, Senologia, Master Format. ANFOS, Master Agopuntura, Dottorato Ricerca Oncologica
Contatti/Profili social:
email email sito web facebook twitter google plus linkedin


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X