Propoli: barriera anti-invecchiamento

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Propoli: barriera anti-invecchiamento

02-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

Tra tutte le proprieta’ di questo prezioso insieme di resine raccolto dalle api, c’e’ quella antiossidante. Ecco perche’ e’ bene assumerla anche d’estate

La propoli è il classico toccasana per i malanni invernali, dal raffreddore all’influenza, dal mal di gola alla tosse, dalle infiammazioni delle vie respiratorie (faringiti, tonsilliti) a quelle del cavo orale (gengiviti, infiammazioni della lingua e del palato).

Propoli: barriera anti-invecchiamento Ma, secondo una recente ricerca giapponese, fa bene anche d’estate, perché ha un’ottima funzione antiossidante, cioè aiuta a combattere i radicali liberi.
I benefici si osservano sia a livello cardiovascolare, dove ne contrasta l’azione dannosa su cuore, vasi sanguigni e arterie, sia a livello della pelle, che ringiovanisce nell’aspetto. Cerchiamo di spiegare il perché.
I radicali liberi sono molecole altamente reattive che si producono nel nostro organismo e sono la causa della maggior parte delle patologie e dell’invecchiamento degli esseri viventi. Queste molecole sono composte da ossigeno che si lega ad altri elementi. Gran parte dell’ossigeno che introduciamo viene utilizzato dalla cellule per produrre energia; mentre la parte rimanente dà origine ai radicali liberi. Quindi, l’ossigeno, che è indispensabile per la vita, diventa paradossalmente anche la più importante fonte di produzione di radicali liberi.
Un eccesso di queste molecole aggredisce le cellule, provocando danni più o meno gravi. Parliamo di danni a livello cellulare, che non si vedono immediatamente ma si manifestano nel tempo: le cellule e i tessuti invecchiano precocemente, con tutto quel che ne consegue in termini di efficienza. Uno dei segnali più evidenti si ha sulla pelle. Un eccesso di radicali liberi è quindi sempre dannoso. Deve essere combattuto, e non è solo una questione estetica.
Come difendersi naturalmente? Se il quantitativo di radicali liberi è fisiologico, ci pensa il nostro sistema antiossidante. Se, invece, è superiore al normale, bisogna ricorrere a un aiuto esterno, che possa dare una mano al sistema di difesa a neutralizzare questo eccesso. Un aiuto che, appunto, può arrivare efficacemente dalla propoli.
La propoli contiene un’eccezionale varietà di elementi tra cui sostanze vegetali, resine, vitamine, aminoacidi e sali minerali. Tra tutti questi composti risaltano i flavonoidi, pigmenti vegetali in grado di raccogliere le scorie, i prodotti di scarto del metabolismo, e ripulire le cellule. E’ una sorta di “spazzino” dell’organismo. Questa sua attività antiossidante si esplica in due modi: sia intrappolando i radicali liberi e impedendo che impattino contro le cellule, sia attraverso il miglioramento delle difese naturali.
Sotto forma di tintura, capsule, spray e olio, non c’è limite di assunzione perché la tossicità è minima e non c’è alcuna controindicazione.[/COLOR][/FONT]

A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X