Proprieta' terapeutiche dei veleni

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Proprieta' terapeutiche dei veleni

17-12-2013 - scritto da Prof.ssa Virginia A. Cirolla

L'utilizzo del veleno d'api e del veleno di vipera in medicina

Studi recenti considerano i veleni dei veri e propri medicamenti applicabili in diverse patologie

Proprieta' terapeutiche dei veleni Da sempre i veleni sono ostili alla normale fisiologia dell'organismo umano anche se da Studi recenti vengono considerati veri e propri medicamenti applicabili in diverse patologie.

Il veleno d’api contiene acqua, istamina, melittina, una lisolecitina, apamina e due enzimi, oltre ad altre sostanze non ancora note, ed è impiegato per le sue proprietà terapeutiche (vasodilatatore, anticoagulante, tonicardico, revulsivo), principalmente nella cura delle affezioni reumatiche, dell'artrosi e di certe affezioni cardiache, mediante apiterapia.

La raccolta del veleno d'ape avviene inducendo le api, con scariche elettriche a bassa tensione, ad estroflettere il pungiglione e quindi ad emettere il veleno. Utilizzando un apposito telaio collegato ad un dispositivo elettrico gli apicoltori ottengono la deposizione del veleno su una lastra di vetro senza che il pungiglione rimanga conficcato nel sovrastante telo di nylon.

Una volta essiccato sulla lastra il veleno viene raschiato e conservato sotto forma di cristalli. In pratica le sottopongono ad elettroshock perchè se le api perdessero il pungiglione sarebbero destinate a morire in poco tempo...ma moltissime lo perdono.

Inoltre in base alla mia esperienza clinica e studi effettuati a contatto con la pelle il veleno d'api,che cerca di imitare un effetto botox like, può alterare la fisiologica circolazione sanguigna, provocando un rigonfiamento dei tessuti e non una loro stimolazione.

Lo Studio delle proprieta' medicamentose del veleno delle vipere e delle loro parti nella cura di diverse patologie non e' recente poiche' fin dal 1810 il Prof. de Mattheis ne parlava in un manoscritto indirizzato a Giovanni Pessuti Rettore dell'Archiginnasio Romano di Medicina e dal 1937 di proprieta' dell'Universita' di Oxford.

Il Veleno di Vipera è composto da un polipeptide trovato nel veleno di serpente del tempio, Tropidolaemus wagleri; questo è in grado di limitare le contrazioni muscolari che originano le rughe neutralizzando i radicali liberi.

Studi approfonditi hanno dimostrato che questi prodotti sono curativi per donne di ogni età in quanto riattivano la microcircolazione e aumentano le difese della pelle dalle aggressioni dovute all’inquinamento e agli stress ossidativi.

La straordinaria potenza di coagulazione del loro veleno può essere utilizzato a scopo terapeutico anche per patologie importanti come l'Emofilia; una versione diluita del veleno della vipera di Russell è indispensabile per arrestare l’emorragia non controllata nelle persone affette da emofilia.

Anche in questo caso, il veleno viene estratto senza alcun danno per la salute degli animali, in quanto alle vipere viene fatto mordere un recipiente in vetro con un apposito oggetto gelatinoso, causando lo strizzamento delle sacche contenenti il siero e il relativo svuotamento.

La tossina dello scorpione azzurro
Rophalurus junceus,secondo i colleghi cubani,conterrebbe proteine a basso peso molecolare, che possono inibire la produzione di proteasi. ed efficace antitumorale (abbinata a trattamenti e farmaci antineoplastici); i meccanismi d'azione della tossina si esplicherebbero bloccando l'angiogenesi,cioè la formazione di nuovi vasi sanguigni nel tumore, inibendo gli enzimi cellulari.

Secondo uno studio in vitro effettuato in Messico sulla composizione del veleno e sui suoi effetti, risulterebbe agire sulle subunità alfa e beta delle proteine dei canali del sodio su cellule di neuroblastoma in vitro. Queste proprietà sarebbero comunque annullate dalla diluizione omeopatica utilizzata nella preparazione del prodotto in commercio che non lascia quindi alcuna traccia del principio attivo nel flacone. Di fatto quindi, il prodotto finale (fatta eccezione per quello circolante a Cuba) è costituito soltanto dal solvente.


Studio Medico Cirolla



Prof.ssa Virginia A.Cirolla
MD,PhD in Experimental And Clinical Research Methodology in Oncology Department of Medical and Surgical Sciences and Translational Medicine "Sapienza" University of Rome
National President A.I.S.M.O. ONLUS
www.studiomedicocirolla.it
www.aismo.it

Profilo del medico - Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Nome:
Virginia Angela Cirolla
Comune:
ROMA
Telefono:
0645477448 3396769115, 3930944388, 3335230409
Azienda:
A.I.S.M.O. ONLUS
Professione:
Ricercatore
Posizione:
PRESIDENTE NAZIONALE
Occupazione:
MEDICO CHIRURGO SENOLOGO/TITOLARE CENTRO DI FORMAZIONE ANFOS/DIRETTORE SANITARIO A.I.S.M.O. ONLUS
Specializzazione:
Oncologia Medica, Medicina alternativa, Chirurgia generale, Perf in Ecografia, Senologia, Master Format. ANFOS, Master Agopuntura, Dottorato Ricerca Oncologica
Contatti/Profili social:
email email sito web facebook twitter google plus linkedin


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X