Rapporti omosessuali e gonorrea

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Rapporti omosessuali e gonorrea

24-11-2013 - scritto da urologo andrologo

I rapporti maschili omosessuali espongono a un rischio più frequente di infezione da gonorrea resistente agli antibiotici

La gonorrea e il maggiore rischio riscontrato nei rapporti omosessuali

L’ormai omnipresente problematica della antibiotico resistenza ha colpito anche il germe neisseria gonorrhoeae (responsabile della gonorrea) rendendo quindi drammaticamente inutile l’uso di tetracicline, sulfamidici, chinolonici e penicilline.
Ci si è chiesto se vi fosse una differenza tra maschi etrosessuali rispetto agli omosessuali, ed è stato intrapreso uno studio osservazionale durato sei anni, che comprendeva pazienti affetti da malattie sessualmente trasmesse, esaminati in 30 città americane.
Si è visto che (nel periodo 2005/2010) il rischio di dover utilizzare MIC elevate per cefixime, ceftriazone e azitrominica è stato più alto nei maschi che avevavno avuto rapporti omosessuali.
Lo studio conclude che i rapporti maschili omosessuali espongono a un rischio più frequente di infezione da gonorrea resistente agli antibiotici.



Dott. Andrea Militello
Urologo Andrologo
www.urologia-andrologia.net
www.andrologiamilitello.it

Profilo del medico - urologo andrologo

Nome:
Andrea Militello
Comune:
Viale Libia 120 Roma - Viale T. Morroni 14/16 Rieti - Via Papa Giovanni XXI 23 Viterbo
Azienda:
Studio Privato
Professione:
Medico specialista Urologo Andrologo
Specializzazione:
Urologia, Andrologia, Ecografia apparato urogenitale
Contatti/Profili social:
email sito web facebook google plus


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X