Rigiscan test notturno nella diagnostica del deficit erettile

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Rigiscan test notturno nella diagnostica del deficit erettile

25-11-2013 - scritto da urologo andrologo

Il Rigiscan test è utilissimo per discriminare le forme psicogene di deficit erettile dalle forme organiche

Il Rigiscan test è uno strumento indispensabile nella diagnostica del deficit erettile. Sappiamo che nella fase del sonno in cui sogniamo, la cosidetta fase del sonno REM, si verificano, nella normalità, fenomeni di erezione chiamati NPT (tumescenza peniena notturna).

Queste erezioni avvengono quindi in momenti della nostra vita “svincolati” dal controllo della coscienza, in un momento in cui fattori psicologici non possono influenzarci. Il test quindi riesce a discriminare facilmente deficit erettile su base organica dalle forme su base funzionale “emozionale “ (ansia, stress ecc.)
L’esame può essere paragonato ad un holter penieno. Due anellini vengono posizionati intorno al pene e, durante la notte, un apparecchio applicato alla coscia registra ogni 30 secondi l’attività peniena. L’esame viene poi scaricato al computer e analizzato da apposito software. Utilissimo per discriminare quindi le forme psicogene dalle forme organiche, con differenti strade diagnostiche e terapeutiche.



Dott. Andrea Militello
Urologo Andrologo
www.urologia-andrologia.net
www.andrologiamilitello.it

Profilo del medico - urologo andrologo

Nome:
Andrea Militello
Comune:
Viale Libia 120 Roma - Viale T. Morroni 14/16 Rieti - Via Papa Giovanni XXI 23 Viterbo
Azienda:
Studio Privato
Professione:
Medico specialista Urologo Andrologo
Specializzazione:
Urologia, Andrologia, Ecografia apparato urogenitale
Contatti/Profili social:
email sito web facebook google plus


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X