Tecnostress: come conviverci?

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Tecnostress: come conviverci?

12-07-2013 - scritto da Angela Nanni

Chi lavora con almeno 3 dispositivi tecnologici insieme è a rischio di tecno stress: come rimediare?

Consigli pratici per combattere il tecnostress

Tecnostress: come conviverci? Si stima che in Italia siano quasi 3 milioni i lavoratori che lavorano avvalendosi della collaborazione di almeno 3 dispositivi tecnologici: tutta questa tecnologia espone al forte rischio di tecnostress ovvero si sperimentano mal di testa, pressione alta, insonnia, problemi al sistema gastrointestinale come conseguenza dell’uso contemporaneo di tanti dispositivi.

Fra i lavoratori più a rischio tecnostress commercialisti, giornalisti, pubblicitari, consulenti e analisti finanziari tutti lavoratori che per svolgere bene il loro lavoro dipendono, letteralmente, da mail, tablet, smarphone e quant’altro. Molti di questi lavoratori hanno confessato di addormentarsi aspettando questa o quella mail, cercando fino a notte fonda la notizia o lo scoop giusto o di vivere in balia di programmi che si aggiornano all’ultimo minuto per calcolare l’imposta o l’aliquota corretta.

L’uso di tutti questi dispositivi se da una parte facilitano il lavoro dall’altra non permettono di staccare mai la spina, perché l’ufficio ormai non è più solo la scrivania, ma è l’armamentario tecnologico che tutti si portano dietro in ogni momento.

Il tecnostress come si gestisce? C’è chi propone di costruire uffici dotati di un’architettura rilassante, di invitare i lavoratori a rischio a praticare sport, yoga, danza terapia, meditazione e simili.

Qualcuno ha proposto di incoraggiare i lavoratori più a rischio ad assumere rimedi fitoterapici: forse però, la soluzione è più semplice; al momento giusto, quando finisce il lavoro e inizia la propria vita privata bisogna trovare la forza, le risorse e l’intelligenza di staccare la spina e di tagliare i ponti con mail, smartphone, App e tablet.

Le vacanze sono alle porte: è il momento giusto, per tutti i tecnostressati, di testare quanto è liberatorio staccarsi da tutti i dispositivi tecnologici.

Drowning under a mountain of paper | Flickr - Photo Sharing!

A cura di Angela Nanni, Farmacista iscritta all'Albo dal 2005 e Redattore medico scientifico freelance.
Profilo Linkedin di Angela Nanni
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X