Asma bronchiale: di cosa si tratta?

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Asma bronchiale: di cosa si tratta?

15-01-2015 - scritto da Laura C.

L’asma è una malattia delle vie respiratorie che colpisce 6 milioni di italiani ma che spesso viene trascurata. Ecco le informazioni per conoscerla meglio.

Alla scoperta dei diversi fattori scatenanti dell'asma bronchiale

Asma bronchiale: di cosa si tratta? Dispnea, respiro sibilante, tosse e sensazione di costrizione toracica rappresentano la sintomatologia tipica di una delle patologie più diffuse al mondo: l’asma bronchiale. Si stima che ne siano affetti circa 300 milioni di persone.

L'asma può insorgere a qualsiasi età ma il picco d'incidenza si verifica a 3 anni. Nell'infanzia i maschi ne sono doppiamente soggetti rispetto alle femmine ma negli adulti non c'è differenza significativa.

Si tratta di un’ostruzione reversibile delle vie aeree determinata da un’infiammazione responsabile dei sintomi e dell’iperreattività bronchiale a stimoli anche minimi. Talvolta però l'ostruzione bronchiale può essere irreversibile.

I fattori di rischio comprendono sia fattori individuali che ambientali. La componente ereditaria incide approssimativamente per il 30-60% predisponendo l’individuo all’asma mentre la componente ambientale determina lo sviluppo dell’asma nei soggetti predisposti.

I fattori scatenanti sono molteplici e diversi tra di loro. La maggior parte degli allergeni è costituita da sostanze comunemente presenti nell’ambiente, introdotte nell’organismo principalmente per via inalatoria quali ad esempio: i pollini, gli acari della polvere domestica e i derivati epidermici degli animali. Anche allergeni introdotti per ingestione possono provocare asma, anche se in minor frequenza, come ad esempio i farmaci (acido acetilsalicilico e i farmaci antinfiammatori non steroidei) e alcuni alimenti (uovo, latte, noci e pesce). Tuttavia, non è dimostrato che gli allergeni alimentari determinino da soli una sintomatologia di tipo asmatico, senza una preesistente condizione di malattia.

Uno dei più importanti fattori di rischio dell’asma bronchiale è rappresentato dalla rinite allergica (nel 70-80% dei pazienti con asma è presente rinite). Entrambe le patologie sono sostenute da un comune processo infiammatorio delle vie aeree.

Altri fattori che aumentano la probabilità di insorgenza dell’asma sono rappresentati da: infezioni da virus respiratori, fumo attivo e passivo, obesità e inquinamento atmosferico.

L’asma è una malattia cronica gestibile, con la quale si può convivere, ma dalla quale non è possibile guarire definitivamente. Non sempre l'asma necessita di una terapia regolare ma, in alcuni casi, il medico può prescrivere una terapia farmacologica quotidiana. È importante un costante rapporto con il medico per monitorare il decorso della malattia e gestirla al meglio.
Categorie correlate:

Allergia e salute




A cura di Laura C., Dottoressa in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, redattrice medico-scientifica dal 2013.
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

04/03/2019.   Quando si parla di acari della polvere la nostra lotta per sconfiggerli ed eliminarli da casa nostra sembra quasi impossibile. Questi minuscoli artropodi ad 8 zampe si annidano soprattutto negli imbottiti di casa come i materassi...

Allergia e salute

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X