Come mantenere giovane il cervello con i consigli alimentari di Deepak Chopra

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Come mantenere giovane il cervello con i consigli alimentari di Deepak Chopra

25-03-2014 - scritto da Paola Perria

Il guru americano del benessere ci spiega quali integratori alimentari prevengono l'invecchiamento cerebrale

Prevenire Alzheimer e demenza senile con la dieta? Secondo Deepak Chopra, si può

Come mantenere giovane il cervello con i consigli alimentari di Deepak Chopra Che l'alimentazione svolga un ruolo (importante) nel declino delle nostre capacità intellettive, e soprattutto nel favorire (o meno), l'insorgenza delle malattie del cervello e della memoria come l'Alzheimer e la demenza senile, è noto. Anzi, sempre più studi confermano in modo inequivocabile quanto una dieta errata, in cui dominino gli zuccheri raffinati e i grassi saturi, danneggi il cervello, sia perché la arterie incrostate (di colesterolo) sono sempre meno in grado di ossigenarlo correttamente, e sia perché gli zuccheri in eccesso compromettono l'attività neuronale.

Non a caso alcune ricerche molto recenti hanno messo in relazione la malattia di Alzheimer con il diabete. Detto questo, quindi, appare chiaro che seguire un'alimentazione salutare fin da giovani, i cui non manchino mai sostanze antiossidanti contenute soprattutto in frutta e verdura, sia cruciale per aiutarci a mantenere in buona salute la nostra "materia grigia" e godere sempre di una memoria "di ferro".

A proposito di mente giovane, vi vogliamo parlare di una recente pubblicazione firmata Deepak Chopra, molto conosciuto anche qui in Italia quale "guru" del benessere e della longevità da perseguire attraverso tecniche di meditazione, cure olistiche dolci, e uno stile di vita quanto più naturale possibile.

Si intitola "Super Brain: Liberare la potenza esplosiva della mente per massimizzare salute, felicità e benessere spirituale", il libro appena pubblicato da Chopra, che vuole essere un vero manuale di prevenzione delle maggiori patologie a carico del sistema nervoso centrale che sono in buona parte figlie di uno stile di vita "occidentale" all'insegna di cibo spazzatura, stress e sedentarietà, i veri nemici del cervello, e della nostra salute in generale.

Naturalmente non possiamo riassumervi tutto il contenuto del libro, ma possiamo "passarvi" un paio di consigli alimentari interessanti, quantomeno da prendere in considerazione. Secondo Chopra, infatti, esistono alcuni semplici integratori naturali e cibi che si rivelano nostri portentosi alleati nel preservare la gioventù delle cellule cerebrali. Eccoli (da consumare ogni giorno, per avere dei risultati)



  • Germe di grano. E' una miniera di sostanze antiossidanti e di vitamine del gruppo B che riducono i livelli di omocisteina nel sangue, sostanza ai cui alti livelli si associa un maggior rischio di essere colpiti da infarti e ictus. Il germe di grano si trova anche nei cereali integrali (biologici, che usano ogni parte del chicco di frumento)
  • Salvia. La salvia è una pianta aromatica officinale che ha davvero moltissime virtù curative, tra cui quella di favorire gli scambi neuronali
  • Ribes nero. Antinfiammatorio naturale potentissimo, il ribes nero è un ottimo frutto di bosco che posiamo consumare in mote forme, sia fresco, quando è di stagione, che sotto forma di marmellata per la prima colazione, che surgelato, magari da aggiungere allo yogurt alla mattina. E' un eccellente nutrimento per le cellule del cervello
  • Succo di ghianda (lo troviamo nei negozi di alimentazione naturale e in erboristeria): ne basta qualche cucchiaino al giorno per godere dei benefici di questo prodotto. Aiuta la memoria e potenzia le capacità intellettive




Foto| via Pinterest

A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X