Dimagrire con il calcio

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Dimagrire con il calcio

02-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

L’importanza del calcio per perdere peso e bruciare i grassi piu’ velocemente

Perdere peso grazie a un minerale prezioso: il calcio

Dimagrire con il calcio

Ci sono persone che evitano il consumo di latte e formaggi per paura di ingrassare. A queste ricordiamo non solo che la varietà è alla base di una corretta alimentazione, ma che esistono studi recenti che, anzi, indicano proprio nel calcio contenuto nei latticini un elemento chiave per tenere sotto controllo il peso corporeo e bruciare i grassi con maggiore efficienza.
Secondo queste autorevoli ricerche, chi introduce una quantità adeguata di calcio fortifica le ossa, ha meno problemi di chili di troppo e smaltisce il grasso più in fretta; al contrario, chi ne è carente accumula ciccia con più facilità.
Se il fabbisogno di questo minerale non viene coperto correttamente, si verifica infatti uno squilibrio tra la concentrazione di calcio interna alle cellule e quella esterna; ciò determina un aumento dei depositi di trigliceridi a livello del tessuto adiposo, con conseguente riduzione della capacità di bruciare grasso. Il calcio, inoltre, regola la secrezione di insulina, quindi in caso di carenze possono verificarsi disturbi come la sindrome da insulino-resistenza; di qui, patologie gravi come l’obesità e il diabete.
Il corretto apporto di calcio fa dunque perdere adipe e peso. Ma qual è la quantità necessaria per vivere bene e in forma? Il fabbisogno giornaliero per un adulto, sia uomo sia donna, è di 800/1000 mg, che salgono a 1200/1500 durante la gravidanza, l’allattamento, la menopausa e per i bambini. Per raggiungere questa quantità bastano 50 g di parmigiano e 200 di spinaci, oppure 2 yogurt e 200 g di pesce, o 100 g di caciocavallo, oppure una tazza di latte, una mozzarella e 200 g di broccoletti.
Ma allora bere latte o mangiare verdura è uguale? No, perché, mentre nel latte e nei suoi derivati si verificano le condizioni ottimali per l’assorbimento del calcio, nelle verdure questo viene ostacolato dalle fibre.
Cosa fare se, come spesso accade nei Paesi occidentali, la dieta non fornisce le dosi giornaliere ottimali di calcio o se si è intolleranti al lattosio? Ricorrere agli integratori, senza però sottovalutare l’importanza della correttezza globale della dieta o il danno rappresentato dal fumo, dall’abuso di alcool o da una vita troppo sedentaria.
In conclusione, ci sono buoni motivi per non cancellare dalla propria dieta nessun gruppo di alimenti e tanto meno i prodotti caseari. Certo, se vogliamo dimagrire non dobbiamo consumare etti di taleggio o gorgonzola... Piuttosto buttiamoci su un vasetto di yogurt bianco! Il consiglio è quello di scegliere nella vasta famiglia dei prodotti lattiero-caseari quelli che meglio si adattano, per apporto di calcio, quantità di grassi e calorie, alle diverse esigenze metaboliche e allo stile di vita, sia di uno sportivo sia di un sedentario.



A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X