Perdere peso, non i muscoli

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Perdere peso, non i muscoli

15-04-2011 - scritto da Viviana Vischi

Meno pane e pasta, piu’ carne, pesce o cereali integrali. E un aiuto speciale da una fibra speciale. Ecco come perdere chili e rimanere toniche

Consigli e rimedi per dimagrire nei punti giusti, senza intaccare la massa muscolare

Perdere peso, non i muscoli

Un corpo snello ma allo stesso tempo tonico; e una taglia in meno senza rinunciare al sorriso. Ecco cosa vorremmo da una dieta dimagrante: che ci faccia perdere peso senza ritrovarci flaccide e arrabbiate con il mondo. Non è un’utopia, anzi, è il modo migliore per smaltire i chili di troppo.
Per perdere peso, ma non i muscoli, occorre consumare cibi ricchi di vitamine e minerali, come frutta e verdura. Questi nutrienti, infatti, sono indispensabili per far funzionare bene l’organismo e trovare energia, vitalità e carica. Ma il vero segreto sono le proteine. Il perché è presto spiegato.
Il processo di accumulo del grasso si avvale della complicità dell’insulina, l’ormone che, per tenere sotto controllo i valori di glicemia nel sangue, immagazzina gli zuccheri all’interno delle cellule adipose. Perciò, gli zuccheri e i carboidrati, una volta ingeriti, stimolano la produzione di insulina innescando così il meccanismo di accumulo del grasso. Le proteine, invece, sono in grado di invertire questo processo.
Una dieta che privilegi le proteine mantiene bassi livelli d’insulina, dando il via al naturale processo di smaltimento dei grassi, che cominciano ad essere utilizzati dall’organismo come carburante. Le proteine, in pratica, danno una scossa al metabolismo. L’organismo si abitua a consumare i grassi e risparmiare i muscoli, dimagrisce per riduzione delle masse adipose, mantenendo la tonicità del tessuto muscolare.
Dove si trovano le proteine? In carne, pesce e uova. Per chi non li mangia, un’ottima alternativa sono il farro, l’orzo, il riso, il grano saraceno e il miglio. Abbinati ai legumi (non necessariamente nello stesso piatto), permettono di ottenere proteine di qualità biologica simile a quella degli alimenti di origine animale. Ma i cereali non raffinati hanno un altro grande pregio: contengono molte fibre, che combattono la pigrizia dell’intestino, a tutto vantaggio della linea.
Oltre a una dieta di questo tipo, un aiuto per dimagrire restando in forma è rappresentato da fibre capaci di favorire l’utilizzo dei depositi adiposi a fini energetici, migliorando il rapporto tra massa magra e massa grassa. Una di queste è il chitosano, che attrae le molecole dei grassi, circondandoli e non rendendoli digeribili. Sequestrati dalla fibra, i grassi non sono più disponibili per l’assorbimento e vengono eliminati con le feci.
Chi vuole dimagrire deve sapere, comunque, che la cosa più importante è il movimento: la tendenza a ingrassare che c’è in tutto l’Occidente non è dovuta solo all’aumento delle calorie che vengono introdotte (20-30% in più rispetto al passato), ma soprattutto al fatto che se ne consumano di meno. Dunque, muoversi! Fa bene alla linea e stimola il rilascio di sostanze naturali dall’effetto antidepressivo, portando buonumore e ottimismo.



A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X