ForumSalute

Radioterapia intraoperatoria IORT nel trattamento del carcinoma prostatico

Radioterapia intraoperatoria IORT nel trattamento del carcinoma prostatico

10-11-2015 - scritto da Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Studi recenti che coinvolgono Ire e Ieo hanno confermato il ruolo della IORT nel controllo della recidiva del tumore alla prostata.

Grazie alla IORT cala il rischio di ricaduta della malattia tumorale dopo l’intervento di prostatectomia.

Radioterapia intraoperatoria IORT nel trattamento del carcinoma prostatico

La recidiva nel cancro prostatico può presentarsi con probabilità che aumenta in funzione dello stadio del tumore e del grado di aggressività.

La chirurgia nei tumori prostatici localizzati garantisce ottimi risultati, con tassi di sopravvivenza superiori al 90% a 10 anni nei pazienti con prognosi favorevole. Ci sono casi a rischio intermedio-alto di ricaduta in cui la probabilità di recidiva è superiore al 40%. Sono i tumori caratterizzati da valori di Psa pre-operatorio e stadio clinico elevati e da dati istologici come l’infiltrazione delle vescicole seminali, il grado di differenziazione del tumore e l’interessamento microscopico dei margini di resezione chirurgica candidati al trattamento. 

Una sperimentazione di fase II è stata attivata e ha coinvolto circa 50 pazienti che si sono sottoposti a prostatectomia radicale per adenocarcinoma prostatico a rischio intermedio al fine di testare la fattibilità della metodica e definire la dose ottimale da somministrare.

Lo Studio ha dimostrato che la Radioterapia effettuata in corso di exeresi chirurgica è in grado di ridurre la probabilità di ricaduta biochimica e locale di circa il 30% e di allungare la sopravvivenza libera da malattia.

La stadazione istopatologica effettuata dopo l’exeresi chirurgica risulta superiore rispetto alla stadiazione clinica che si esegue tramite la biopsia e gli esami per immagini fatti prima dell’intervento. Questi pazienti sono candidati ad essere sottoposti a Radioterapia Adiuvante dopo chirurgia.

Con la IORT si può garantire la prevenzione delle recidiva e trattare in una sola seduta pazienti che altrimenti sarebbero dovuti tornare in ospedale per eseguire quaranta sedute dopo l’intervento.

Le dosi di Radiazioni somministrate in IORT non presentano tossicità acuta o cronica rettale e vescicale, né interferenze con il decorso post-operatorio.

E’ in corso uno studio randomizzato multicentrico di fase III che mette a confronto la sola prostatectomia radicale con la stessa operazione associata alla IORT in pazienti ad elevato rischio di recidiva locale. I risultati di questa rcerca saranno utili per il Servizio Sanitario per la possibilità offerta dal trattamento di dimezzare l’accesso dei pazienti ai reparti di Radioterapia e dunque di inportante sostenibilità dei costi ma soprattutto per la fruibilità del programma terapeutico più facilmente gestibile dal paziente oncologico.




Prof.ssa Virginia A.Cirolla
MD,PhD in Experimental And Clinical Research Methodology in Oncology Department of Medical and Surgical Sciences and Translational Medicine "Sapienza" University of Rome
National President A.I.S.M.O. ONLUS
www.studiomedicocirolla.it
www.aismo.it

Profilo del medico - Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Nome:
Virginia Angela Cirolla
Comune:
ROMA
Telefono:
0645477448 3396769115, 3930944388, 3335230409
Azienda:
A.I.S.M.O. ONLUS
Professione:
Ricercatore
Posizione:
PRESIDENTE NAZIONALE
Occupazione:
MEDICO CHIRURGO SENOLOGO/TITOLARE CENTRO DI FORMAZIONE ANFOS/DIRETTORE SANITARIO A.I.S.M.O. ONLUS
Specializzazione:
Oncologia Medica, Medicina alternativa, Chirurgia generale, Perf in Ecografia, Senologia, Master Format. ANFOS, Master Agopuntura, Dottorato Ricerca Oncologica
Contatti/Profili social:
email email sito web facebook twitter google plus linkedin


Articoli che potrebbero interessarti

Cistite: non è solo roba da donne

Cistite: non è solo roba da donne

  Tua moglie periodicamente è alle prese con dolore e bruciore nel fare la pipì. Si lamenta, sente la pancia gonfia e dura, magari le viene qualche linea di febbre e corre in bagno ogni due per tre perché...

20/07/2017 - scritto da Francesca F. Salute

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits

CHIUDI
POTREBBERO INTERESSARTI
CISTITE: LE REGOLE PER UN SESSO SICURO

Bruciore intimo, irritazione e stimolo frequente a fare pipì possono mettere in pericolo l'intimità e la sessualità di coppia. Ritrova il piacere e la passione... così!
Ecco i rimedi.
DIMAGRIRE CON I PROBIOTICI

Lo dice la scienza: una flora batterica intestinale sana sarebbe alla base dell'equilibrio del peso corporeo. Se vuoi tornare in forma, punta sulla dieta probiotica!
Leggi tutto.

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X