Sindrome da stanchezza cronica, sintomi e terapia

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Sindrome da stanchezza cronica, sintomi e terapia

24-02-2016 - scritto da Cinzia Iannaccio

9 sintomi da riconoscere per la diagnosi di sindrome da stanchezza cronica.

La sindrome da stanchezza cronica, una malattia complessa dalle cause incerte.

Sindrome da stanchezza cronica, sintomi e terapia

Sentirsi sempre e  stanchi, senza averne motivazioni concrete almeno apparenti. E' un disturbo piuttosto comune che può avere numerose cause anche molto diverse tra loro: se però non ci sono patologie alla base, la sensazione non migliora con il riposo e/o peggiora anche con una minima attività motoria o mentale, potrebbe trattarsi di sindrome da stanchezza cronica.

E' una malattia complessa, difficile da identificare con certezza e rapidità, come spesso accade quando si parla di una "sindrome". Non se ne conoscono ancora le cause precise e i fattori scatenanti.

La stanchezza, fisica e mentale, è di certo il sintomo dominante, ma non è l'unico. Secondo gli esperti, in tutto sono 9 i campanelli d'allarme che il nostro organismo può lanciare e che devono indirizzare verso una diagnosi di sindrome da stanchezza cronica, a volte nota anche come encefalomielite mialgica, e sono i seguenti:

  1. Senso di fatica non giustificabile 
  2. Difficoltà di concentrazione e deficit di memoria
  3. Gola infiammata
  4. Linfonodi ingrossati del collo e delle ascelle
  5. Dolori muscolari generali
  6. Dolore localizzato che passa da una parte all'altra del corpo
  7. Mal di testa diverso dal solito
  8. Sonno non ristoratore
  9. Stanchezza eccessiva che non passa dopo 24 ore da un esercizio fisico o mentale nonostante il riposo

 

Se almeno 4 di questi disturbi perdurano contemporaneamente oltre i 6 mesi, è opportuno rivolgersi ad un medico, perché a differenza di ciò che si crede, la sindrome da stanchezza cronica non è una fissazione, un qualcosa di immaginario che può passare da solo, ma è una malattia vera e propria che va curata, mirando il più possibile ad una diminuzione dei sintomi. 

 

Come curarla? Ovviamente dipende dalla gravità e dalla tipologia dei disturbi da tenere sotto controllo. A seconda dei casi possono essere utilizzati dei farmaci o semplici modifiche dello stile di vita, spesso, anche più approcci terapeutici contemporaneamente. L'ideale sarebbe quello di abbinare un percorso di psicoterapia ad un programma di ginnastica dolce (anche Yoga o tai chi) da concordare con un fisioterapista esperto.

Parlare con uno psicologo aiuta a comprendere fino a che punto la stanchezza cronica domina la quotidianità, per poter affrontare al meglio i limiti che impone.

Tra i medicinali, ci sono sicuramente gli antidepressivi e i sonniferi: la sindrome da stanchezza cronica si accompagna di frequente a depressione e curare questa può aiutare a contrastare anche la spossatezza, così come avere un miglior riposo notturno.

Una particolare attenzione va riposta nelle terapie alternative, nei confronti delle quali però non ci sono ancora certezze scientifiche: alcuni pazienti possono trarre benefici, altri no. Il dolore associato alla sindrome da stanchezza cronica può essere comunque tenuto sotto controllo con sedute di agopuntura o massaggi.

 

Fonte: Web MD



A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X