ABC dell'allergologia: significato di allergia e reazione allergica

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

ABC dell'allergologia: significato di allergia e reazione allergica

11-10-2013 - scritto da Dr. Giorgio Ciprandi

Rispondiamo a due delle domande più comuni in allergologia

Cosa sono le allergie? E le reazioni allergiche? Scopriamolo!

ABC dell'allergologia: significato di allergia e reazione allergica Cosa sono le Allergie?

Le malattie allergiche sono in continuo e costante aumento nella popolazione generale, tanto che recenti dati epidemiologici riportano che un soggetto su due è sensibilizzato ad almeno un allergene.

L’allergene è una sostanza, solitamente di origine proteica, che è di regola innocuo per il nostro organismo, in quanto il sistema immunitario lo tollera, mentre nei soggetti predisposti geneticamente è in grado di indurre la produzione di una particolare classe di anticorpi: le IgE specifiche.

La causa di questo fenomeno è ancora oscura, anche se è stato dimostrato che alla base della produzione delle IgE esiste un difetto, selettivo per quell’allergene, dei meccanismi di regolazione della risposta immunitaria.

Pertanto, su una base di predisposizione genetica (familiarità) ad un certo momento della vita (dalla prima infanzia fino anche nella senescenza) si rompono degli equilibri, per cui il soggetto inizia a produrre gli anticorpi della classe IgE specifici per un determinato allergene.

Questa fase si definisce di sensibilizzazione, che non è sinonimo di allergia.
Infatti, per definire un soggetto allergico occorre dimostrare un rapporto causa/effetto: cioè se il soggetto respira l’allergene verso cui è sensibilizzato manifesta dei sintomi allora è realmente allergico, se ciò non avviene è solo sensibilizzato. Questo punto è molto importante perchè gli esami allergologici vanno sempre interpretati.

Cos’è la Reazione Allergica?

Il soggetto allergico quando inala l’allergene, causa dei suoi sintomi, presenta una reazione allergica che fondamentalmente è costituita da un’infiammazione degli organi colpiti: naso, bronchi o occhi.

Questa infiammazione viene innescata dal contatto dell’allergene con gli anticorpi IgE che rivestono delle cellule infiammatorie chiamate mastociti, presenti su tutta la mucosa respiratoria. Queste cellule si attivano e rilasciano una serie di sostanze che avviano la reazione infiammatoria, che dura finché il soggetto è esposto a quel determinato allergene.

Questo aspetto è molto importante ai fini della cura delle allergie e della comprensione dei fenomeni allergici.
Le sostanze rilasciate dai mastociti sono perciò la causa della comparsa dei vari sintomi delle allergie.

Dr. Giorgio Ciprandi
Specialista in: Allergologia ed Immunologia Clinica, Medicina Interna, Endocrinologia
Casa di Cura Villa Montallegro
Via Montezovetto, 27 Genova
tel 0103531284



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X