Un bicchiere al giorno toglie il medico di torno

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Un bicchiere al giorno toglie il medico di torno

17-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

Uno studio italiano conferma: un consumo moderato di vino riduce il rischio di morte del 18%

Buone notizie per gli amanti del vino (senza esagerare...)

24/01/2007 - Amanti di Bacco una buona notizia per voi: un consumo moderato di alcolici è quasi come un’assicurazione sulla vita, perché riduce il rischio di morte per qualunque causa del 18%! Il vino – sempre meglio se ai pasti - è la bevanda alcolica da preferire, ma anche la birra è salutare. La conferma arriva da uno studio italiano, che ha revisionato ben 34 ricerche precedentemente pubblicate sull’argomento, per un campione complessivo di oltre un milione di persone. Il risultato è chiaro: nei bevitori moderati si registra una sostanziale riduzione media della mortalità. In particolare, il vino riduce il rischio cardiovascolare fino al 25%, mentre il potere della birra è inferiore: 15% di rischio cardiovascolare in meno. E’ l’ulteriore conferma che, preso a piccole dosi, l’alcool migliora lo scorrimento del sangue nei vasi, previene la formazione di coaguli, riattiva la microcircolazione periferica, protegge il nostro cuore.
Certo, l’importante è non superare i limiti, altrimenti “l’incantesimo” svanisce. Già, ma quali sono le quantità oltre le quali cominciano i problemi? Ce le spiega Giovanni de Gaetano, direttore dei Laboratori di Ricerca dell’Università Cattolica di Campobasso: <
>. Insomma, per l’uomo due-tre bicchieri vanno bene, quattro sono troppi, mentre per la donna (che metabolizza l’alcool in modo differente) le quantità sono dimezzate: uno-due bicchieri sono un toccasana, tre sono davvero eccessivi.
De Gaetano avverte anche i più giovani: no ai superalcolici come abitudine, perché nessuno studio ne ha mai dimostrato alcun effetto protettivo e perché ne bastano quantità minime per entrare nella soglia di rischio, e no assoluto all’abbuffata di alcool in una sola sera, il cosiddetto “binge drinking”, purtroppo sempre più diffuso tra i ragazzi: anche se la quantità complessiva è la stessa, gli effetti sono molto diversi.
Fin qui gli aspetti positivi del nettare di Bacco. Ma sappiamo bene che esagerare con il bicchiere può portare a infertilità, deprimere il sistema nervoso centrale, danneggiare irrimediabilmente il fegato, mandare in fiamme lo stomaco con le conseguenti difficoltà di digestione, fino all’ulcera. Senza dimenticare l’effetto alcool sulla linea: un grammo sviluppa sette calorie, un bicchiere ne apporta 84. Ora che stiamo cercando di rimetterci in forma dopo le abbuffate natalizie, è un aspetto da non sottovalutare…


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X