Attacchi di panico: un problema al femminile

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Attacchi di panico: un problema al femminile

17-06-2013 - scritto da Angela Nanni

Si stima che circa 10 milioni di italiani soffrano; ad essere afflitte dagli attacchi di panico sono soprattutto le donne

Ansia e attacchi di panico colpiscono soprattutto le donne

Attacchi di panico: un problema al femminile Circa un italiano su 6 ha sperimentato un attacco di panico e circa 1 italiano su 30 soffre quotidianamente di disturbi di ansia: il problema di solito insorge verso i 18-20 anni e vede vittime soprattutto le donne, infatti l’ansia colpisce le donne due volte più degli uomini (sono frequenti anche gli attacchi di panico in gravidanza).

Sono questi i dati discussi nel corso del 6° convegno nazionale sul Disturbo da attacchi di panico: l’ansia è un problema gravissimo che limita libertà e mina fortemente la qualità di vita. Circa i tre quarti dei pazienti con problemi di panico chiedono aiuto e vorrebbero trovare una soluzione ai loro problemi, ma purtroppo si stima che il 20-40% dei pazienti trattamenti farmacologicamente per l’ansia non trovano alcun giovamento dalla terapia, come pure non trovano soluzione al disturbo il 30-40% dei pazienti trattati con terapia cognitivo comportamentale.

La situazione così riassunta con questi numeri e queste percentuali è davvero sconfortante e in effetti, i pazienti affetti dal disturbo molto spesso disperano dal trovare una via di uscita al problema. Affrontare le ansie e le paure non è affatto semplice per questo non basta una pillola o qualche goccia per risolvere dubbi, angosce e interrogativi e anche una terapia cognitivo comportamentale non condotta adeguatamente non porta ai risultati sperati.

Le persone che soffrono di ansia devono avere tutta l’attenzione e le cure del personale medico e paramedico e anche i famigliari non devono mai sottovalutare l’enormità del problema ansia. Solo con un adeguato supporto famigliare e cure mediche appropriate che approcciano il problema nella sua globalità e intervenendo su più fronti si può effettivamente curare o comunque minimizzare il disturbo.

http://www.flickr.com/photos/tochis/1311632017/
Categorie correlate:

Psiche, psicologia


Salute donna




A cura di Angela Nanni, Farmacista iscritta all'Albo dal 2005 e Redattore medico scientifico freelance.
Profilo Linkedin di Angela Nanni
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X