Buono, sano, amico della linea

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Buono, sano, amico della linea

10-02-2010 - scritto da Viviana Vischi

Il gelato: una dolcezza che nutre e che, alternata correttamente agli altri alimenti, non fa ingrassare. A patto che...

Il gelato, un alimento importante dal punto di vista nutrizionale

Buono, sano, amico della linea 15/07/2008 - Tra coni, biscotti e coppette, ogni anno in Italia si divorano 3,5 miliardi di porzioni di gelato. D’estate è un peccato di gola praticamente inevitabile: buono, irresistibile, rinfrescante, sazia gli occhi e il palato. Se ci aggiungiamo il fatto di poterlo consumare senza più rimorsi, allora stiamo parlando di un vero capolavoro. Ed è proprio così: dal punto di vista nutrizionale, il gelato è davvero versatile perchè può sostituire un pasto leggero (non deve diventare un’abitudine però...), integrare uno spuntino veloce, mentre quello alla soia o allo yogurt è adattissimo a chi ha intolleranze alimentari. Apporta proteine, zuccheri, grassi, vitamine e sali minerali (il calcio che contiene, ad esempio, lo rende adatto alle donne in gravidanza o ai giovani in crescita). Inoltre, è digeribile e l’indice glicemico è più basso rispetto agli altri prodotti dolciari. Insomma, è una golosità decisamente sana. Con queste credenziali, può entrare di diritto in una dieta finalizzata alla prova costume: basta tenere conto del suo valore energetico e alternarlo con gli altri alimenti.
E allora, come gustarsi un bel gelato e non rinunciare alla linea? Intanto, scegliendo i gusti classici o quelli alla frutta, piuttosto che le creme e le specialità varie che sono due o tre volte più energetiche. Ricordiamo anche che gli zuccheri rapidi (come quelli di cui è ricco il gelato), se mangiati al di fuori dei pasti vengono immagazzinati immediatamente dall’organismo; quando invece vengono associati ad altri alimenti si comportano come zuccheri lenti, cioè vengono assimilati lentamente, vengono meno immagazzinati sotto forma di grassi ed evitano il rapido ritorno dell’appetito.
Quanto alle calorie: 100 g di gelato ne forniscono dalle 120 (gusto frutta) alle 300 (gusto creme). In breve, se ci accontentiamo di due palline al melone, alla fragola o alla pesca siamo al sicuro: sarà come mangiare l’equivalente di 150 g di frutta fresca o di uno yogurt.
Per capire se stiamo mangiando un gelato doc controlliamo sempre l’elenco degli ingredienti. Cosa dobbiamo leggere sulla vaschetta? 1) frutta fresca e non liofilizzata; 2) latte fresco e non a lunga conservazione o in polvere; 3) grassi vaccini e non vegetali idrogenati; 4) aromi naturali, non creati in laboratorio.

COSA CONTIENE IL GELATO

Fonte: Tabelle di composizione degli alimenti, INRAN, 2000
*altra fonte

QUANTO CI VUOLE PER SMALTIRLO

Dati elaborati dallo Studio Medico Dietologico Migliaccio-Strumendo.
Fonte: Linee guida per una sana alimentazione italiana, INRAN e Ministero Politiche Agricole, 2003

A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X