Citotest per le allergie alimentari

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Citotest per le allergie alimentari

30-03-2015 - scritto da Angela Nanni

Negli ultimi anni si fa un gran parlare di intolleranze e allergie alimentari, ma come si diagnosticano? E i test, sono tutti affidabili?

Citotest: non esistono studi che ne provino la validità diagnostica.

Citotest per le allergie alimentari

Capita spesso di sentir parlare di allergie e intolleranze alimentari: in ambito prettamente scientifico, però, esistono pareri altamente discordanti sul fatto che gli alimenti possano davvero produrre intolleranze e allergie. Molti studiosi tendono a ribadire come si possa parlare di intolleranza alimentare solo se l’ingestione di un alimento provoca una reazione su base biochimica. E' un’intolleranza vera e documentata quella al lattosio: la mancanza dell’enzima lattasi determina l’impossibilità di scindere il lattosio contenuto nel latte nei suoi componenti e questo determina la comparsa di tutto un corteo sintomatologico. Non sempre è quello che si mangia a determinare una certa sintomatologia o a provocare manifestazioni avverse di tipo dermatologico.

 

Fra gli esami considerati come convenzionali per accertare la presenza di un’effettiva allergia o intolleranza alimentare vi sono:

 

  • il prick test: si pratica una piccola lesione cutanea a contatto con la quale viene posto l’alimento che si pensa possa dare allergia
  • il patch test: si usano cei cerotti per veicolare l'alimento da testare
  • il RAST: si effettua sul sangue per dosare gli anticorpi
  • il test di provocazione orale (forse quello ritenuto più utile per accertare un’eventuale allergia): l'alimento viene somministrato in quantità crescenti e si verifica la comparsa di reazioni avverse

E il citotest o cytotoxic test o test citotossico? Di cosa si tratta? E' affidabile e scientificamente validato? Il citotest fa parte dei test cosidetti non convenzionali. Il suo funzionamento è semplice: a contatto con un alimento a cui il soggetto è intollerante o allergico, i globuli bianchi possono deformarsi in maniera più o meno evidente, fino a rompersi, a seconda di quanto sia spiccata l’intolleranza.

Non esistono studi definitivi che ne provino l’effettiva validità in campo diagnostico, tanto che la Siaip (Società Italiana di Allergologia e Immunologia Pediatrica) lo ha inserito in un elenco di test da non fare poiché privi di validazione scientifica. Molti studiosi ritengono che il limite principale di questo test sia nella sua scarsa riproducibilità, ovvero i risultati che fornisce dipendono largamente dall’operatore che l’effettua. E' stato anche visto che, quando il test viene fatto su sostanze idrosolubili come il caffè, lo zucchero o il sale, i risultati sono più attendibili perché queste sostanze non sono in grado di alterare la forma dei globuli bianchi, mentre quando si testano alimenti solidi od oleosi compare una normale alterazione nella forma dei globuli bianchi che nulla ha a che vedere con l’eventuale presenza di allergie.

Il consiglio è dunque quello di sottoporsi a una visita allergologica: solo lo specialista, dopo la diagnosi effettuata con gli strumenti più accurati, potrà dare risposte certe e impostare il percorso diagnostico più idoneo. Il rischio, altrimenti, è intraprendere diete di eliminazione magari non necessarie.

Categorie correlate:

Allergia e salute




A cura di Angela Nanni, Farmacista iscritta all'Albo dal 2005 e Redattore medico scientifico freelance.
Profilo Linkedin di Angela Nanni
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

04/03/2019.   Quando si parla di acari della polvere la nostra lotta per sconfiggerli ed eliminarli da casa nostra sembra quasi impossibile. Questi minuscoli artropodi ad 8 zampe si annidano soprattutto negli imbottiti di casa come i materassi...

Allergia e salute

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X