Come riconoscere e combattere le allergie invernali

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Come riconoscere e combattere le allergie invernali

24-11-2015 - scritto da Paola Perria

Alcuni semplici consigli per ridurre i disturbi allergici che si scatenano nei mesi freddi.

Scopriamo come evitare gli allergeni che si nascondono nei nostri appartamenti.

Come riconoscere e combattere le allergie invernali

Naso che cola, occhi irritati e gola arrossata? E’ comune soffrire delle cosiddette allergie stagionali che in genere sono provocate da pollini che impregnano l’aria durante i periodi di fioritura delle piante (soprattutto in primavera e tarda estate o autunno). In questi casi a scatenare la reazione avversa del nostro sistema immunitario provocando infiammazioni alle vie respiratorie e agli occhi (riniti e congiuntiviti) sono i microgranuli pollinici che una volta inalati quando ci troviamo all’aperto liberano delle sostanze proteiche che i nostri anticorpi individuano come nocivi e che pertanto conducono ad una reazione allergica di rigetto. Ma questo tipo di disturbi, sempre più comuni anche tra gli adulti, non si concentrano solo nei periodi dei cambi di stagione, e non sono necessariamente collegati agli allergeni di cui sopra.

I “nemici” del nostro sistema immunitario si possono comodamente e subdolamente nascondere anche nelle nostre case, prova ne sia che tante persone soffrono di “misteriose” allergie invernali che non riescono a debellare in alcun modo.

Quali sono i sintomi di un’allergia invernale? Più o meno gli stessi di quelle primaverili, con interessamento delle prime vie respiratorie (raffreddore o rinite, congiuntivite, tosse e bronchite) o della cute, arrossamento delle mucose e mal di testa. La caratteristiche di questi disturbi è che “scoppiano” dentro casa, proprio nel luogo dove  ci sentiamo al riparo e protetti dalle nostre comodità e pensiamo che i pericoli maggiori per la nostra salute siano i virus stagionali che potremmo contrarre nel mondo di “fuori”.

In realtà i virus del raffreddore o dell’influenza non sono gli unici microrganismi che rappresentano una minaccia per il nostro organismo. L’inquinamento indoor, la presenza di acari della polvere, di muffe e spore, di peli di animali, sono altrettanti  fattori da considerare quando iniziamo ad avvertire gli strani sintomi che abbiamo descritto. Ecco qualche semplice consiglio per scoprire se i nostri disturbi allergici che si acuiscono in inverno sono determinati da allergeni nascosti in casa:

  • I sintomi compaiono quando accendiamo i caloriferi. Non ci pensiamo, ma quando la temperatura all’interno delle nostre abitazioni aumenta grazie all’azione dei termosifoni, l’aria si asciuga, e se non provvediamo a ripristinare i corretti livelli di umidità con gli apposti umidificatori, le nostre mucose (naso, gola, ma anche gli occhi), si seccheranno, e diventeranno molto più vulnerabili alle irritazioni e all’azione degli allergeni. Inoltre mai tenere la temperatura interna troppo alta (l’ideale sarebbe non superare i 20-21° C)
  • Animali in casa. Spesso in inverno passiamo molto più tempo a diretto contato con gli animali di casa (cani e gatti, ma anche cocoriti), cosa che ci espone alla possibilità di sviluppare forme allergiche nei confronti del loro pelo o delle loro penne. Se ci accorgiamo che la nostra rinite si manifesta proprio quando coccoliamo il nostro micio, purtroppo dobbiamo limitare il tempo da trascorrere con lui, e procurarci sempre un antistaminico per le crisi acute. E’ importante evitare di dormire con i propri animali o di lasciarli troppo a lungo negli ambienti in cui ci troviamo anche noi
  • Polvere. La polvere, o meglio, i minuscoli acari che purtroppo tendono a colonizzare gli ambienti chiusi in cui vi sia scarso ricambio d’aria, è il peggior allergene con cui possiamo entrare in contatto. Per rimuovere i terribili insetti, dobbiamo cercare di mantenere la nostra casa perfettamente pulita, ricoprire divani e letti con tessuti anti acaro, arieggiare spesso, lavare una volta  settimana le tende, rimuovere i tappeti e le moquette, e naturalmente dotarci di spray antistaminici e cortisonici per ogni evenienza…
  • Il giusto grado di umidità. Come anticipato, la quantità di acqua presente nell’aria di casa deve essere “giusta”, ovvero non poca (altrimenti, come abbiamo visto, avremo disturbi legati alla sensibilizzazione delle mucose), ma neppure troppa (perché l’eccesso di umidità porterà alla formazione di muffe che a loro volta possono scatenare violente allergie). Pertanto dotiamoci di un igrometro  e controlliamo che il livello di umidità si aggiri introno al 50% (il valore ideale).
  • Occhio alle decorazioni natalizie. Ok, direte voi, che c’entrano? C’entrano sia gli alberi di Natale, sintetici soprattutto, che le decorazioni, i presepi e i vari festoni. Essi sono ricettacoli di polvere, acari, peli, muffe e qualsiasi potenziale allergene per noi pericoloso. Pertanto, cerchiamo di limitarci all’essenziale, scegliendo decorazioni che si possano pulire e spolverare senza difficoltà, e soprattutto non teniamole troppo a lungo…

 

Foto | via Pinterest 

Categorie correlate:

Allergia e salute




A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

Lotta agli acari: le strategie che funzionano

04/03/2019.   Quando si parla di acari della polvere la nostra lotta per sconfiggerli ed eliminarli da casa nostra sembra quasi impossibile. Questi minuscoli artropodi ad 8 zampe si annidano soprattutto negli imbottiti di casa come i materassi...

Allergia e salute

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X