Come si fa la diagnosi dell'endometriosi?

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Come si fa la diagnosi dell'endometriosi?

05-07-2013 - scritto da Cinzia Iannaccio

Arrivare precocemente alla diagnosi di endometriosi è importante per avviare una terapia efficace

Riconoscere l'endometriosi per affrontarla al più presto

Come si fa la diagnosi dell'endometriosi? Se da tempo soffrite di mestruazioni dolorose che mese dopo mese peggiorano, avete dolore durante i rapporti sessuali, cicli mestruali abbondanti o spotting o semplicemente non riuscite a rimanere in stato interessante, una delle ipotesi da prendere in considerazione è valutare se si è affette da endometriosi.

Per diagnosticare l'endometriosi o escluderla, individuando altre patologie che possono provocare i medesimi sintomi è necessario rivolgersi ad un medico specialista in ginecologia. Dopo una valutazione dell’anamnesi e della descrizione da parte vostra del dolore e della sua localizzazione precisa, questi potrà procedere con una serie di test ed indagini diagnostiche.

Prima di tutto con un esame pelvico (per verificare con la palpazione la presenza eventuale di masse), ma in genere non basta. Il secondo passaggio è quello dell’ecografia addominale e trans vaginale: questa non da la conferma definitiva della malattia, ma può individuare la presenza di cisti endometriosiche. A questo punto il passaggio successivo è la laparoscopia, una procedura chirurgica seppur mininvasiva.

Questa consiste nell’inserimento di un laparoscopio (strumento caratterizzato da una telecamera) all’interno dell’addome per cercare e verificare direttamente la presenza in sedi anomale di tessuto dell’endometrio e quindi di endometriosi. Solitamente, per una certezza clinica si procede anche nel medesimo contesto al prelievo di piccoli campioni di tessuto, da sottoporre a biopsia per una diagnosi definitiva. Si esegue in anestesia generale. In genere questa procedura offre tutte le possibilità per stabilire il miglior percorso terapeutico del caso.

Foto: Flickr
Categorie correlate:

Salute donna




A cura di Cinzia Iannaccio, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2007, blogger, specializzata nel settore della salute e del benessere.
Profilo Linkedin di Cinzia Iannaccio
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Cistite ricorrente: un problema femminile

Cistite ricorrente: un problema femminile

10/06/2019.   La cistite è la più comune tra le cosiddette IVU (infezioni alle vie urinarie), e sembra che abbia una particolare predilezione per il sesso femminile. Sono le donne, infatti, sia giovani che...

Salute donna

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X