Contro lo spreco alimentare a Natale facciamo la spesa in modo consapevole

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Contro lo spreco alimentare a Natale facciamo la spesa in modo consapevole

09-12-2013 - scritto da Paola Perria

Ogni anno quintali di ottimo cibo finiscono nella spazzatura durante le Feste natalizie. Uno spreco ormai inaccettabile

Per risparmiare sulla spesa alimentare natalizia ed evitare gli sprechi, pianifichiamo una spesa "sostenibile"

Contro lo spreco alimentare a Natale facciamo la spesa in modo consapevole In tempi di crisi, quando la nostra sensibilità "green" aumenta (o dovrebbe aumentare) esponenzialmente con la diminuzione delle risorse planetarie, è importante cominciare a modificare le nostre abitudini a tavola a partire dal periodo massimo degli sprechi: il Natale. Basti pensare ai quintali di cibo che ogni anno finiscono miseramente nella spazzatura perché acquistati e cucinati in eccesso rispetto alle reali esigenze delle famiglie italiane. Pietanze ottime, cibo che potrebbe in realtà sfamare tantissime persone indigenti, che viene perduto senza possibilità di recupero, contribuendo inoltre ad aumentare la quantità di rifiuti da smaltire. Ed è uno spreco davvero inaccettabile, perché gettare via ciò che ci nutre, non è solo un modo stupido per buttare al vento i nostri (spesso non tantissimi) soldi, ma è soprattutto un gesto eticamente insopportabile.

Ebbene, di questo importante argomento è necessario parlare, perché il Natale 2013 diventi occasione di "redenzione" per tutti gli spreconi d'Italia, occasione di intelligente risparmio economico e anche... sulla bilancia. Il che non guasta visto che mediamente tutti ci ritroviamo con almeno 2 kg in più dopo le Festività natalizie. Mangiamo dunque di meno, o meglio, mangiamo il giusto, senza eccedere, senza sprecare, senza dover buttare via. Mangiamo quello che serve per fare onore alla Festa più amata, senza doverci poi sentire in colpa. E' ciò che ci consiglia il buon senso, ma anche Andrea Segrè, fondatore di Last Minute Market presso l'Università di Bologna, a sua volta parte dell'Osservatorio sugli Sprechi alimentari della famiglie italiane (Waste Watcher). Ecco cosa ci suggerisce Segrè:

E' necessario prestare un'attenzione doppia rispetto al resto dell'anno. Andiamo al supermercato con la lista della spesa e programmiamo i consumi, non andiamo dietro alle offerte e conserviamo gli alimenti al meglio usando bene il frigorifero. E poi, cuciniamo solo quello che serve e impariamo a riciclare tutto il resto con la cucina degli avanzi, anche se io non la amo perché agli avanzi non bisognerebbe arrivarci: da Artusi in poi c'è tutta una letteratura ricchissima di esempi
- Originariamente Inviato da
Consigli preziosi tutti da seguire a cui ne aggiungiamo un altro valido sempre quando si tratta di shopping gastronomico: andiamo a fare la spesa a stomaco pieno, ci eviterà di cadere in pericolosa tentazione riempire il nostro carrello di troppe prelibatezze del tutto superflue.

Foto| via Pinterest

A cura di Paola Perria, Giornalista pubblicista iscritta all'Albo dal 2009, Master I livello in Gender Equality-Strategie per l’equità di Genere con tesi sulla medicina di genere.
Profilo Linkedin di Paola Perria
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X