Cranberry: promosso contro la cistite

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Cranberry: promosso contro la cistite

04-11-2010 - scritto da Viviana Vischi

Contro la cistite l'efficacia del cranberry o mirtillo rosso, indicato dalla scienza come rimedio per combattere le infezioni delle vie urinarie.

Alla scoperta del cranberry, un ottimo alleato delle vie urinarie in caso di cistite.

Cranberry: promosso contro la cistite

E’ vero che alcune piante sono più efficaci dei farmaci di sintesi? La risposta è semplice: dipende dalle piante. La scienza ne promuove molte, ma ne boccia altrettante. Per sapere se ci stiamo affidando al rimedio giusto contro uno specifico disturbo, l’estratto deve rientrare tra i promossi a pieni voti. E il cranberry o mirtillo rosso lo è!

Oggi parliamo di infezioni delle vie urinarie: alzi la mano la donna che non è mai stata colpita, almeno una volta nella vita, dalla cistite. La cistite è un problema fastidioso specie se si presenta con regolarità. E’ uno stato infiammatorio della vescica dovuto a un’infezione batterica (quasi sempre si tratta di microrganismi nocivi provenienti dall’intestino), che causa bruciore e dolore alla minzione, crampi al basso ventre, sensazione di peso sulla vescica, talvolta febbre e sangue nelle urine.

Per ripristinare l’equilibrio di questa parte dell’organismo tanto delicata ci si può rivolgere ai tradizionali farmaci antibiotici, scelti in base all’urinocoltura e all’antibiogramma, oppure si può puntare sulla fitoterapia, intraprendendo una strada più lunga ma senz’altro più naturale, più sicura e meno priva di controindicazioni. In questo caso la pianta di riferimento si chiama cranberry, riconosciuta dalla scienza come efficace contro le infezioni delle vie urinarie.

Il cranberry, o mirtillo rosso nordamericano, è ricco di proantocianidine, sostanze in grado di prevenire le infezioni urinarie come la cistite. A confermarne l’azione disinfettante è una recente revisione di diversi studi internazionali: i prodotti a base di cranberry si sono dimostrati in grado di ridurre l’incidenza delle infezioni perché impediscono ai batteri, in particolare all’Escherichia coli, di aderire alle pareti della vescica. Il mirtillo rosso può essere assunto sia contro la cistite in fase acuta sia a scopo preventivo per periodi anche lunghi.

Oltre all’utilizzo del cranberry vogliamo offrire qualche altro consiglio alle donne che non ne possono più di dolori e bruciori! I suggerimenti sono quelli di perdere peso, smettere di fumare, bere tanta acqua ed eliminare le sostanze irritanti come la caffeina e la teina. Attenzione alla stitichezza: i batteri intestinali migrano più facilmente quando c’è un ristagno prolungato delle feci. Tenere pulito il colon, con una dieta ricca di cereali integrali, frutta e verdura, con l’assunzione di stimolatori fisiologici della motilità intestinale e con l'idrocolonterapia, è di grande importanza se si è soggette a cistiti croniche o ricorrenti.

Per l’esame delle urine, infine, potrebbe essere utile procurarsi un test in farmacia con cui misurare i livelli di nitriti e leucociti, la cui presenza è una spia di eventuali infezioni delle vie urinarie. I risultati sono da verificare, in ogni caso, con il proprio medico.



A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X