ALOE

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

ALOE

18-10-2010 - scritto da mariapiera74

L'Aloe socotrina è un rimedio omeopatico di origine vegetale, più precisamente una pianta grassa perenne

La sfera d'azione principale di Aloe è nei disturbi intestinali, quali ad esempio gastroenteriti o coliche, e nei disturbi rettali.

A cura della dott.ssa Mariapiera Miele
Medico Chirurgo
Omeopata
Iscritta al Registro Nazionale Medici Omeopati
Socio Ordinario FIAMO

Omeopatia Miele - Napoli, Roma, Benevento, Bambini, Sterilità, Vaccinazione, Allergia, Ansia, Omeopata
info@omeopatiamiele.it

La dott.ssa Mariapiera Miele riceve nelle città di Napoli, Roma, Viareggio e Benevento

ORIGINE E PREPARAZIONE

L'Aloe socotrina è un rimedio omeopatico di origine vegetale. Si tratta di una pianta grassa perenne appartenente alla famiglia delle Liliaceae ed è xerofita, cioè in grado di conservare l’acqua al proprio interno, in modo da sopravvivere anche a lunghi periodi di siccità.
La pianta è originaria del Sud Africa, anche se oggi è coltivata in tutto il mondo. Cresce nelle zone fertili e bonificate, con terreno sabbioso e luce solare diretta. La pianta può raggiungere un’altezza compresa tra 60 cm e 1 m, presenta lunghe foglie verdi carnose, lanceolate, incurvate verso il basso, che crescono direttamente dal terreno e che sono contornate da spine, simili a denti sporgenti. Le foglie sono rivestite da una triplice membrana protettrice, all’interno della quale si trova un gel incolore e denso che possiede le note virtù medicinali.
Le proprietà medicinali delle diverse varità di Aloe sono state sfruttate per secoli. Greci e romani lo ritenevano un prezioso tonico e purgante. La proprietà purgativa del gel essiccato è ritenuta tuttora valida in fitoterapia, ma oggi questa pianta è forse più nota per l'efficace lozione cutanea lenitiva che si ricava dal suo gel.
Ricerche svolte tra il 1979 e il 1995 hanno dimostrato che gli estratti di questa pianta stimolano il sistema immunitario e possono essere utili anche nel trattamento del cancro.
L'Aloe fu sottoposta a sperimentazione da Helbig nel 1833.
Il rimedio omeopatico Aloe viene preparato utilizzando il succo estratto dalla pianta.
Tale succo viene essiccato per ricavare una resina di consistenza dura, che viene polverizzata e macerata in alcol per almeno 5 giorni. In seguito il prodotto ottenuto viene filtrato e utilizzato come base di partenza per la preparazione del rimedio omeopatico.


PRINCIPALI INDICAZIONI

La sfera d'azione principale di Aloe è nei disturbi intestinali, quali ad esempio gastroenteriti o coliche, e nei disturbi rettali. Aloe agisce anche sulla muscolatura liscia delle vene, provocando congestione venosa passiva in molti distretti.
E' indicato in caso di incontinenza fecale, attacchi improvvisi di diarrea, specie alle 5 del mattino, senso di instabilità rettale, emorroidi, cefalee che migliorano con le applicazioni fredde, mal di schiena che si alterna alla cefalea e alle emorroidi.


QUADRO CLINICO

Aloe è indicato per i soggetti che presentano aggravamento con il calore, affaticamento, riluttanza a lavorare e grande irritabilità, soprattutto nei giorni nuvolosi. Si tratta spesso di pazienti insoddisfatti di sè, che migliorano la sera, intolleranti alla contraddizzione. L'insoddisazione e la collera vengono interiorizzate e talora causano stipsi. Il paziente può addirittura fare sogni riguardanti le feci.
Il soggetto presenta alternanza di fiacchezza con periodi di grande attività fisica.
L'aggravemaneto dei sintomi può essere periodico (ad esempio ogni giorno, ogni settimana, ogni mese, ecc.).
Per quanto riguarda i sintomi a carico del retto, l'Aloe è spesso prescritto per diarrea, emorroidi, incontinenza fecale.
L'Aloe può avere un'ottima azione terapeutica per la diarrea caratterizzata da un bisogno improvviso a defecare, specialmente al mattino presto, che talvolta obbliga il paziente ad alzarsi dal letto, spesso verso le 5 del mattino.
La diarrea può alternarsi a stipsi, caratterizzata da defecazioni incomplete e da un'intensa pressione a livello della regione addominale inferiore.
Le emorroidi che rispondono bene alla somministrazione di Aloe, sono simili a piccoli grappoli d'uva che protrudono dall'ano, e sono molto dolorose e sensibili. Migliorano con applicazioni di acqua fredda.
Per quanto riguarda le cefalee, l'Aloe risulta essere molto efficace per le cefalee gravi e dolorose che sembrano causare una sensazione di congestione di volto e alla testa e che spesso si alternano o all'insorgenza di emorroidi e diarrea o si associano a dolori lombari.
I pazienti che necessitano di Aloe, infatti, possono presentare una caratteristica alternanza di mal di schiena e mal di testa.


PRINCIPALI MODALITA' DI AGGRAVAMENTO

I sintomi possono peggiorare al mattino, con le passeggiate, subito dopo i pasti, con la birra, con le ostriche, con il calore, se vengono scossi.


PRINCIPALI MODALITA' DI MIGLIORAMENTO

I sintomi possono migliorare con i bagni freddi e le applicazioni fedde, all'aria aperta ed espellendo flati.


Questa è una descrizione generale del rimedio. Prima di assumere qualsiasi rimedio omeopatico è bene rivolgersi al prorpio omeopata di fiducia.

Profilo del medico - mariapiera74

Nome:
MARIAPIERA MIELE
Comune:
Napoli
Telefono:
3318002774
Professione:
Medico specialista attività privata
Occupazione:
Medico Omeopata
Specializzazione:
Medicina alternativa
Contatti/Profili social:
sito web


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X